Sono stati momentaneamente accantonati gli articoli sulla deliberazione dello stato di guerra e le leggi di amnistia e indulto (articoli 17 e 18) del ddl di riforme costituzionali predisposto dal ministro per le Riforme e i Rapporti col Parlamento Maria Elena Boschi (Pd) oggi all'esame della commissione Affari costituzionali e istituzionali della Camera dei Deputati presieduta da Francesco Paolo Sisto (Fi).

Amnistia e indulto 2014-2015: accantonato esame emendamenti ddl Riforme alla Camera

L'accantonamento degli emendamenti alle leggi su #amnistia e #indulto e sulla deliberazione dello stato di guerra era stato chiesto dai deputati del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo i parlamentari M5s tutte e due le richieste - come prevede ora il testo della riforma costituzionale su cui è stato siglato il Patto del Nazareno tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi - non dovrebbero essere decise soltanto da un ramo del Parlamento, quindi sia dalla Camera dei Deputati che dal Senato della Repubblica.

Indulto e amnistia 2014-2015: i quattro ddl restano all'esame del Senato della Repubblica

E mentre prosegue il dibattito su riforme e giustizia, a Palazzo Madama, in commissione Giustizia presieduta da Francesco Nitto Palma (Fi), resta all'ordine del giorno dei lavori l'esame congiunto dei ddl per amnistia e indulto 2014/2015 nuove sollecitazioni al Governo Renzi sul sovraffollamento carceri arrivano di nuovo da #Forza Italia, il partito guidato dal leader Silvio Berlusconi che dopo aver visto sfumare la possibilità della grazia non ha perso la speranza di vedere approvati indulto e amnistia.

Pubblicità

L'ex premier, del resto, ha già beneficiato dell'indulto del 2006 per diverse vicende giudiziarie che lo hanno visto coinvolto o protagonista.

Carceri, amnistia o indulto 2014-2015, Romano (Fi): condizioni degradanti peggio di animali

Al di là di qualche voce fuori dal coro, come per esempio quella dell'ex ministro Mara Carfagna, Forza Italia resta favorevole all'approvazione di amnistia o indulto 2014-2015. "#malamentedetenuti", questo l'hashtag lanciato su Twitter dal parlamentare di Forza Italia Saverio Romano per denunciare "le umilianti condizioni in cui sono costretti a vivere molti detenuti, costretti - ha sottolineato il deputato azzurro - in pochi metri di spazio". Poi ha aggiunto: "Niente è più diseducativo di un'ingiustizia subita dallo Stato che in nome della giustizia ti punisce. La legislazione sugli animali - ha ribadito Saverio Romano sollecitando interventi contro il sovraffollamento carceri - non solo è più favorevole, ma anche meglio applicata". E per sollecitare al Parlamento l'approvazione di provvedimenti di clemenza è ricominciato il Satyagraha di Marco Pannella, Rita Bernardini e dei militanti radicali.

Pubblicità

Uno nuovo sciopero della fame collettivo "nell'ambito della battaglia centrale - ha spiegato la Bernardini sul suo blog - volta ad ottenere un provvedimento di amnistia e di indulto".

Carceri, amnistia e indulto, senatore Manconi (Pd): ottima notizia Mauro Palma al Dap

"Se fosse vera come credo di poter confermare - ha dichiarato il senatore del Pd Luigi Manconi, primo firmatario del primo dei quattro ddl per la concessione di amnistia e indulto - si tratterebbe di un'ottima notizia: il professor Mauro Palma, garantista rigoroso e attento difensore dei diritti umani, grande esperienza internazionale, assume un ruolo decisivo nel Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria". Così il senatore del Pd Luigi Manconi ha augurato "i più sinceri auguri di buon lavoro" al nuovo capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria Mauro Palma.