I #Sondaggi politici che vi presentiamo oggi 2 maggio 2015, sono stati presentati ad Agorà giovedì scorso e riguardano le intenzioni di voto elettorali degli italiani ai partiti, i pareri su Expo 2015, ovviamente prima di venire sconvolti dagl incidenti di ieri con i black bloc che hanno tentato di mettere a ferro e fuoco il centro di Milano, e le opinioni sul tanto discusso Italicum. Come sempre, i dati elettorali sono stati elaborati dall'istituto Ixè. e comprendono anche quelli relativi alla fiducia nel Governo e nei principali leader politici.

Sondaggi politici elettorali 30 aprile 2015

A dire il vero in una settimana in cui tutti i sondaggi elettorali condotti dagli altri istituti hanno segnalato un travaso di consensi dal PD al #M5S, oggi prendiamo atto con qualche perplessità, che i sondaggi politici Ixè Agorà, segnalino invece l'esatto contrario.

Pubblicità
Pubblicità

Vedremo successivamente come anche il guadagno del Governo in termini di fiducia, sia in controtendenza. 

Intenzioni di voto

Il Partito Democratico è stimato al 36,7% e registra una lieve crescita di consensi, pari allo 0,2% rispetto alla rilevazione della settimana precedente. In calo dello 0,3% invece, il Movimento 5 Stelle che scende al 19,5%, non riuscendo a sfondare la soglia del 20% e restando circa 17 punti di svantaggio sul primo partito italiano, un dato che rende ad oggi il gap incolmabile a breve termine. Sale la Lega Nord al 13,9%, grazie ad un aumento di consensi dello 0,3%, troppo poco per insidiare il M5S di Grillo. Si allontana invece Forza Italia che perde lo 0,4% scendendo al 12,2%, Berlusconi non riesce più a recuperare su Salvini.

Calo per SEL pari allo 0,3% che lo arretrare al 4,7%, un dato comunque abbastanza positivo.

Pubblicità

In lievissima flessione (-0,1%) FDI-AN al 3,8% e NCD al 2,4%, Rif.Com. è indicata al 1,8% in rialzo dello 0,2%, UDC al 1,3% sale dello 0,1%, Verdi 1,1% (-0,1%) e chiude SC allo 0,5% (+0,2%). Al momento l'alleanza Alfano-Casini riunita in AP, si posiziona sopra la soglia di sbarramento prevista dall'Italicum, in virtù di un consenso complessivo del 3,7%, e sempre secondo l'attuale legge elettorale, PD e M5S andrebbero al ballottaggio. In lieve calo l'affluenza, stimata al 59,8% (-0,4%).

Come già anticipato, secondo i sondaggi politici elettorali Ixè, la fiducia nel Governo sale di 1 punto e raggiunge il 30,0%, dato che rimane molto basso. Per quanto concerne la classifica dell'indice di gradimento nei leader politici, Mattarella al 67% perde 1 punto, stabile Renzi al 26%, balzo di Salvini che passa dal 21% al 23% attuale, fermi Grillo al 16% e Alfano al 14%, quest'ultimo raggiunto da Berlusconi in crescita di 1 punto.

Metà dell'elettorato è molto chiaro sulla presa di posizione di Renzi che ha voluto porre la fiducia sull'Italicum, il 51% infatti, si dice convinto che il Premier dovesse tener conto del dissenso su questa legge elettorale.

Pubblicità

Il 32% sostiene la sua scelta in quanto doveva rispettare l'impegno con gli italiani, il 17% non sa. 

Il 52% degli intervista crede nella riuscita di Expo 2015, sfiducia assoluta per il 37%, non si esprime l'11%. Esiste la paura attentati per via di questo importante evento? Affermativa la risposta del 33% degli italiani, ma il 62% non li teme, il 5% non risponde. Chiudiamo con una curiosità: il PD è un partito di? Sinistra 55%, Centro 21%, Destra 13%, non sa 11%. Secondo gli elettori del PD invece: Sinistra 27%, Centro 20% Destra 3%, non sa 10%. #Matteo Salvini