Consueto appuntamento del venerdì mattina con il sondaggio Ixè, svelato nella puntata di oggi di Agorà, in onda, dal lunedì al venerdì su Rai 3 e guidato dal giornalista Gerardo Greco. Distacco che rimane immutato fra il #Pd, che ancora una volta risulterebbe il partito più votato dagli italiani con una percentuale che si attesterebbe al 34,4%, con un incremento di mezzo punto percentuale rispetto alla rilevazione della scorsa settimana. In crescita anche il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e del "guru" Gianroberto Casaleggio, che avrebbe una percentuale del 26,5%, in crescita, come il PD, di mezzo punto percentuale. Il presidente dell'istituto di ricerca Ixè, Roberto Weber, sottolinea che non era mai stato rilevato il Movimento 5 Stelle ad una percentuale così alta.

Pubblicità
Pubblicità

L'area di Centrodestra

Per quanto riguarda le formazioni politiche di centrodestra, in crescita dello 0,4% la Lega Nord di Matteo Salvini, rilevata al 14,7% mentre viene segnalata in leggero calo Forza Italia al 9,5%, sempre di più sotto la soglia psicologica del 10%. Con questi numeri sembrerebbe scontata la candidatura alla presidenza del consiglio dei ministri del leader della #Lega Nord, Matteo Salvini, tenendo conto dei rapporti di forza che ormai sembrano cambiati. Infine, Fratelli d'Italia viene segnalato costante al 2,8%, sotto la soglia di sbarramento del 3% utile per eleggere rappresentanti alla Camera dei Deputati. L'unica soluzione rimasta, tenendo conto di questi numeri, è formare una lista unica per avere chance di arrivare al ballottaggio o con il Partito Democratico o con il Movimento 5 Stelle.

Pubblicità

Gli altri partiti

Sinistra Ecologia e Libertà viene rilevata al 3,9%, in leggero calo rispetto alla scorsa settimana, mentre Area Popolare (NCD+UDC) risulta in crescita di mezzo punto percentuale e, anch'essa si attesterebbe al 3,9%, percentuale utile per superare la soglia di sbarramento. Per quanto riguarda i partiti minori, Rifondazione Comunista risulterebbe all'1%, Italia dei Valori allo 0,8%, i Verdi allo 0,3% mentre Scelta Civica, partito fondato dall'ex Premier Mario Monti, si attesterebbe allo 0,2%, scomparendo definitivamente dal panorama politico. #M5S