Pd

Enrico Letta è il nuovo segretario del Partito Democratico. Dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti, l'ex premier ha accettato l'incarico il 12 marzo del 2021

1.Cos'è il PD (Partito Democratico)?

Il PD (Partito Democratico) è il partito politico italiano attualmente guidato da Enrico Letta che, in seguito alle dimissioni rassegnate da Nicola Zingaretti, ha accettato ufficialmente l'incarico il 12 marzo del 2021. Il Pd, partito di maggioranza nel centrosinistra, è stato ufficialmente fondato il 14 ottobre del 2007. Ma il partito - dentro il quale confluiscono ex comunisti, ex democristiani, ex socialisti che facevano parte dei Democratici di Sinistra e della Margherita - ha una lunga storia che affonda comunque le radici nel Pci-Pds-Ds.

2.Cosa si legge nel Manifesto dei Valori del PD?

Secondo quanto si legge nel Manifesto dei Valori del Partito Democratico, varato dalla direzione nazionale il 16 febbraio 2008, "il PD intende contribuire a costruire e consolidare, in Europa e nel mondo - viene spiegato nel documento - un ampio campo riformista, europeista e di centrosinistra". All'interno del partito operano in un organico rapporto di collaborazione "le principali forze socialiste, democratiche, progressiste".

3.Quali sono i recenti sviluppi del PD?

Attualmente il Partito Democratico è la prima forza politica del centrosinistra italiano e dal 12 marzo 2021 è guidato da Enrico Letta. Da segnalare anche la percentuale di voti da record ottenuta alle elezioni Europee 2014, il partito allora guidato da Matteo Renzi è infatti salito al 40,8%, una cifra mai raggiunta prima da nessun altro partito italiano.

In ambito europeo il PD, il 27 febbraio del 2014, ha ufficialmente aderito, dopo anni di discussioni, titubanze e polemiche interne tra ex Ds ed ex Margherita, al Partito del Socialismo Europeo con cui comunque aveva già prima costruito un percorso comune di collaborazione politica e istituzionale costituendo, nel 2009, il gruppo europarlamentare dell'Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici. In seguito alle elezioni politiche del 4 marzo del 2018, in cui il Partito Democratico si attestò sul 19%, il segretario Matteo Renzi si dimise dal suo incarico andando a creare, l'anno successivo, un nuovo partito: Italia Viva. Così facendo, il politico fiorentino ha lasciato il Partito Democratico confermando però il suo appoggio al secondo governo Conte. In seguito alle dimissioni del segretario Nicola Zingaretti, il ruolo è stato affidato ad Enrico Letta, tornato così attivamente in politica dopo sei anni.

4.L'ingresso nel Governo Conte II

In seguito alla crisi di governo aperta dalla Lega nell'estate del 2019, e alle conseguenti dimissioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte - rassegnate il 20 agosto, il partito Democratico, appoggiando il Movimento 5 Stelle, è entrato a far parte del nuovo esecutivo, guidato nuovamente dall'avvocato pugliese. Il governo Conte II - sostenuto tra gli altri da Italia Viva e Liberi e Uguali - ha giurato davanti al presidente della Repubblica il 5 settembre del 2019 entrando ufficialmente in carica.

5.Governo Draghi

Nel gennaio 2021, il governo Conte II entra in crisi. Dopo settimane di consultazioni, Conte non riesce a formare un nuovo governo, in quanto mancava una solida maggioranza. Così a febbraio, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella conferisce l'incarico di formare un nuovo governo a Mario Draghi, che accetta. Draghi ha ottenuto la fiducia di Senato e Camera con una larga maggioranza.

6.Le dimissioni di Zingaretti

A sorpresa, Nicola Zingaretti ha annunciato le dimissioni da segretario del Partito democratico. In un lungo post su Facebook ha attaccato i suoi, lasciando intendere di non riconoscersi più nei valori del gruppo: "Mi vergogno che nel Pd da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie quando in Italia sta esplodendo la terza ondata di Covid. C’è il problema del lavoro- ha continuato- degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni". Nessuno tra i dirigenti si aspettava questa decisione e sono in molti a chiedere ora a Zingaretti di ripensarci. Le dimissioni dovranno essere ratificate dall'Assemblea nazionale Dem, prevista per il 13 e 14 marzo.

7.La segreteria di Enrico Letta

Il 12 marzo del 2021 Enrico Letta, ex premier e già vicesegretario del partito a cavallo tra il 2009 e il 2013, ha accettato ufficialmente l'incarico da segretario dei Dem. L'annuncio è arrivato pochi giorni dopo le dimissioni dell'ex leader del Pd Nicola Zingaretti che aveva apertamente parlato di "vergognarsi" di un "partito in cui si parla solo di poltrone e primarie". Il nuovo segretario, in una delle sue prime dichiarazioni ufficiali, ha ribadito l'importanza di un cambiamento nelle figure apicali di rappresentanza della Repubblica. "Ai gruppi Camera/Senato suggerisco che dopo tre anni di guida maschile, gli ultimi due siano a guida femminile. I gruppi sono autonomi, a loro di scegliere con chi", ha dichiarato Letta. Parole pronunciate sulla scia delle recenti polemiche sorte in seno al Pd che avevano tacciato il partito di maschilismo, vista l'assenza di donne nei ruoli di spicco dei Dem.

8.Quali sono i maggiori esponenti del PD?

Il PD è stato il primo partito in Italia ad avere inserito le consultazioni Primarie come strumento di selezione democratica e partecipativa della classe dirigente. I segretari del Partito democratico che si sono succeduti dal 2007 ad oggi sono Walter Veltroni, Dario Franceschini, Pierluigi Bersani, Guglielmo Epifani, Matteo Renzi, Nicola Zingaretti ed Enrico Letta.

Chi segue il Canale Pd?

Massimo Bonardo Lucia Fontana Maria Teresa Improta Gregorio Votta Alessandro Frisari Roberta D'amelio Maria Mansi
author-avatar

Diego Marenaci

author-avatar

Giulia Cortese

author-avatar

Carlo Pasqualetti

author-avatar

Francesco Visconti

author-avatar

Domenico Camodeca

author-avatar

Elvisa Rossetti

author-avatar

Maria Teresa Improta

author-avatar

Michelle Longo

author-avatar

Elvisa Rossetti

author-avatar

Gina Lo Piparo

author-avatar

Domenico Camodeca

author-avatar

Marina Lizzi

author-avatar

Elvisa Rossetti

author-avatar

Rodolfo Trinchi

author-avatar

Marco Dolfi

author-avatar

Elvisa Rossetti

author-avatar

Francesco Meringolo

author-avatar

Elisa Barbera

author-avatar

Giovanni Crosetto

author-avatar

Giovanni Crosetto

author-avatar

Elisa Barbera

author-avatar

Domenico Camodeca

author-avatar

Chiara Iorio

author-avatar

Domenico Camodeca

author-avatar

Calogero Giuffrida

author-avatar

Blasting News Italia

author-avatar

Domenico Camodeca

author-avatar

Elvisa Rossetti

author-avatar

Non obbligatorio

author-avatar

Davide Cino

author-avatar

Calogero Giuffrida

author-avatar

Carlo Pasqualetti

author-avatar

Rossella Pastore

author-avatar

Domenico Camodeca

author-avatar

Domenico Camodeca

Questo Canale è curato dal nostro esperto
Massimiliano Mattiello was born in Naples in 1991 and he lives in Rome since 2009. He is a contributing content manager for Blasting News. Massimiliano earned a master's degree in journalism from "Giorgio Bocca" school of journalism in Turin and he worked for HuffPost, TPI and AGI.
Suggerisci una correzione