L'economista Htin Kyaw è stato eletto presidente del Myanmar con 360 voti favorevoli su 652. Htin Kyaw, oltre a essere il primo presidente del Paese eletto democraticamente dopo decenni di dittatura militare, è membro del partito Lega Nazionale per la Democrazia (NLD), lo stesso dell'attivista birmana Aung San Suu Kyi.

Lo scorso novembre, il partito NLD ha vinto le elezioni, ottenendo la maggioranza in parlamento. La vittoria ha fatto sperare che l’attivista Premio Nobel per la Pace potesse ambire alla presidenza del Myanmar, nonostante la costituzione glielo impedisca. Il partito ha però deciso di non puntare su di lei, ma di nominare altri due candidati: lo stesso Htin Kyaw, stretto collaboratore dell’attivista birmana e Henry Van Thio, appartenente alla minoranza etnica dei Chin.

Pubblicità
Pubblicità

Htin Kyaw è stato il candidato favorito alla presidenza sin da subito. Laureato a Oxford in economia, il politico ha precedentemente lavorato al Ministero delle Finanze, mentre oggi dirige un ente di beneficenza fondato da Aung San Suu Kyi, sua compagna di classe al liceo. Suo padre è Min Thu Wun, famoso e rispettato poeta birmano, mentre sua moglie, Su Su Lwin, è un membro del parlamento. 

Nonostante le speranze, Aung San Suu Kyi non avrebbe potuto essere eletta in ogni caso. L'attivista è la vedova di Michael Aris, professore a Oxford di cultura tibetana, con cui ha avuto due figli, entrambi cittadini britannici. Una clausola della costituzione entrata in vigore nel 2008, sotto il regime militare, impedisce la candidatura alla presidenza a chi ha figli o parenti non birmani. Purtroppo la postilla, nonostante i numerosi tentativi, non è ancora stata abolita.

Pubblicità

Aung San Suu Kyi ha dichiarato che anche se non sarà possibile la sua elezione, guiderà comunque “dall’alto” il futuro presidente.

Il candidato della giunta militare, che per legge detiene ben un quarto dei seggi in parlamento, Myint Swe, ha ottenuto ben 213 voti. Meno fortunato è stato l'altro candidato del partito NLD Henry Van Thio, che ha ricevuto solo 79 voti. Il sistema elettorale del Myanmar prevede che il presidente venga eletto dai membri stessi del Parlamento e che il candidato sconfitto ricopra il ruolo di vicepresidente. In questo caso, entrambi i candidati in lizza oltre a Htin Kyaw, riceveranno un ruolo da vice. #Elezioni politiche #Esteri