Il big match della settima giornata di campionato termina come tutti si aspettavano alla vigilia. Parliamo di Juventus-Milan ovviamente, partita che ha visto i padroni di casa distruggere qualitativamente i rossoneri. Il risultato finale di 3-2 non rende però la superiorità netta mostrata dai bianconeri. 

Qualcosa infatti è andato storto per Conte. Uno dei protagonista della gara di stasera è infatti Sulley Muntari, autore del primo gol della serata dopo soli 19 secondi di gioco.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Il ghanese trova la deviazione vincente sul tiro-cross di Nocerino. Cala il gelo a Torino.

L'impasse della Juve dura però solo pochi secondi. La squadra di casa avrebbe da subito la possibilità di rimettere la partita sui binari giusti se non fosse che Quagliarella da ottima posizione spari alto sopra la traversa difesa da Abbiati

L'attaccante darà la colpa ad una zolla del terreno ma da lì in poi si capirà come quella di oggi non sia una delle giornate migliori per l'ex attaccante di Sampdoria e Udinese.

Lo stesso Quagliarella verrà poi sostituito nella ripresa da Giovinco, altro protagonista di Juve-Milan.

Ma prima che arrivi il momento della Formica Atomica le luci dello Stadium illuminano il grande ex della partita, Andrea Pirlo. Il regista della Juventus trova infatti su calcio di punizione il jolly che rimette in carreggiata i suoi compagni di squadra.

L'1-1 arriva nel momento migliore dei bianconeri che continuano a spingere alla ricerca del secondo gol prima della fine del primo tempo. In realtà dopo la marcatura di Pirlo il Milan torna ad impadronirsi del possesso palla rallentando i ritmi di gioco.

La Juventus stenta così a rendersi pericolosa e le due formazioni rientrano negli spogliatoi con il risultato fermo sul 1-1. Nella ripresa partono meglio gli ospiti. Sui piedi di Robinho capita la migliore occasione del Milan nel secondo tempo ma Buffon è attento.

I migliori video del giorno

E' il 49', i rossoneri da questo momento in poi si spengono. La luce torna ad illuminare i padroni di casa e Antonio Conte che indovina il cambio di Giovinco. La Formica Atomica trova il gol del 2-1 pochi minuti dopo essere entrato al posto di Quagliarella.

Il match è ora completamente in mano ai bianconeri. Milan nervoso, sopratutto con Mexes, che rifila un pugno a Chiellini non visto dalla terna arbitrale. Il difensore francese non riesce nemmeno a terminare la gara perché espulso dall'arbitro al 74'.

Trascorrono pochi secondi ed è ancora la Juve a segnare, stavolta con Chiellini che si esibisce in una bella acrobazia sugli sviluppi del calcio piazzato di Pirlo stampatosi sulla traversa. La crisi del Milan continua, si risolleva la Juve.

Le pagelle di Juventus-Milan del 6 ottobre 2013

Juventus: Buffon 6, Bonucci 5,5, Barzagli 6, Chiellini 6,5, Padoin 5,5 (54' Pogba 5), Marchisio 6, Pirlo 7, Vidal 6, Asamoah 6, Tevez 6,5 (84' Llorente), Quagliarella 4,5 (66' Giovinco 6,5). 

Milan: Abbiati 5, Abate 5, Mexes 3, Zapata 4,5, Constant 5, Nocerino 5, de Jong 6 (84' Poli), Muntari 6,5, Montolivo 5, Robinho 4,5 (75' Zaccardo), Matri 4.