Luci spente a San Siro per l'anticipo della 8^ giornata di campionato in programma sabato 19 ottobre, Milan-Udinese. I rossoneri forse non scenderanno con il lutto al braccio ma le circostanze lo richiederebbero. Non è morto nessuno per carità, ma quando l'arbitro Guida darà il fischio d'inizio alle ore 20.45 i tifosi non vedranno titolare Mario Balotelli, infortunatosi nella giornata di ieri alla coscia destra. Il lutto andrà esteso non solo alla partita di domani ma anche alla supersfida di Champions League contro il Barcellona. 

L'Udinese d'altro canto se la ride.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Guidolin può contare sull'organico al gran completo, a parte le assenze di Brkic e Domizzi. Il fiore all'occhiello della squadra friulana sarà ancora una volta Antonio Di Natale che sta già sognando l'ennesimo gol a San Siro sotto la Curva Sud, giusto così per prendersi ulteriori beffe dei tifosi del Diavolo.

C'è ancora incertezza su chi sarà il suo partner d'attacco, con Muriel che è in ballottaggio assieme a Maicosuel e Pereyra.

Dando uno sguardo ai precedenti di Milan-Udinese ci accorgiamo che la squadra di Allegri non soltanto dovrà temere l'assenza di Balotelli ma anche la tradizione che i bianconeri vantano di recente contro i rossoneri. Nelle ultime dieci partite infatti il Milan ha battuto l'Udinese soltanto in due occasioni, nel 2010 e nella sfida di ritorno dello scorso anno grazie all'esordio fantastico proprio di Supermario in campionato con la maglia del Diavolo, autore in quella serata di una doppietta.

Va da sé che Allegri dovrà votarsi a qualche santo che sta molto in alto per avere ragione dell'Udinese. Dovrà pregare affinché Matri trovi finalmente il gol che ancora non ha trovato in sette partite, dovrà pregare affinché continui il magic moment di Muntari, che tra le altre cose vive la partita di domani da ex, dovrà pregare anche che Kakà dalla panchina in caso di bisogno torni il Kakà dei tempi migliori, quello dell'Old Trafford per intenderci oppure quello che semplicemente riusciva a fare la differenza in Serie A anche con una sola gamba.

I migliori video del giorno