Quello di gennaio non sarà per la Roma un vero e proprio mercato di riparazione. E del resto non c'è bisogno di grandi acquisti per una squadra che sta andando oltre ogni aspettativa di inizio anno, seconda ad un tiro di schioppo dalla Juventus capolista.

I giallorossi di Rudi Garcia, specie in attacco, non avranno bisogno di particolari innesti. Totti ha appena recuperato dal suo infortunio così come Destro, che ha già dimostrato di poter essere l'arma in più della Roma. Senza dimenticare che c'è a disposizione anche un Borriello che resta sempre un validissimo attaccante.

La Roma interverrà sul mercato probabilmente per reperire un difensore centrale qualora Burdisso deciderà di andar via per giocare con maggiore continuità. Altrimenti potrebbe arrivare solo un laterale sinistro e il nome di D'Ambrosio (in scadenza di contratto con il Torino) è quello che circola con maggiore insistenza.

Considerato che il campionato è ancora lungo e che a centrocampo finora Pjanic, Strootman e De Rossi hanno fatto gli straordinari, potrebbe arrivare anche un mediano capace di alternarsi in più ruoli. Ultimamente è circolato anche il nome di Parolo, stellare finora con la maglia del Parma tanto da meritarsi anche la maglia della nazionale. Difficile però che il giocatore decida di rimettersi in gioco a gennaio, proprio perché non avrebbe una maglia da titolare assicurata.

La Roma però non guarda solo a questo campionato, ma anche a come rafforzarsi in futuro. Lo farà in primis con un esterno offensivo, qualcuno che possa fare la differenza con la sua tecnica e la sua velocità. Per il baby Sanabria, paraguaiano classe 1996, è ancora duello con l'Arsenal. Ma i giallorossi stanno seguendo da tempo anche Iturbe, ora al Verona.

Anche in questo caso ci sarà da battere un'agguerrita concorrenza, visto che l'argentino è seguito anche dai top team spagnoli.