Atletico Madrid-Milan 4-1, risultato ritorno ottavi di Champions dell'11 marzo 2014. Per la cronaca del match clicca qui, ma in questo articolo ci occuperemo della prestazione della squadra, dei voti ai giocatori del Milan e le pagelle critiche su Seedorf , scelte e modulo tattico, inoltre il commento sulla sfida.

Tabellino e marcatori Atletico Madrid-Milan 4-1 di Champions

Al 3' minuto Diego Costa in spaccata da perfetto opportunista sfugge a Rami e mette in rete. Al 27' Kakà di testa infila il pareggio su cross di Poli.

Al 40' la doccia fredda di Arda Turan che trova la deviazione decisiva di Rami. Al 71' Raul Garcia di testa fra Rami e De Jong infila Abbiati. All'85' entra in area e in diagonale firma il quarto gol Diego Costa.

Il commento: partono meglio gli spagnoli che creano scompiglio e sfondano sulla fascia di Emanuelson spesso. Sempre criticità nei disimpegni rossoneri che nonostante lo svantaggio non reagiscono tuttavia con rabbia. Arriva però il pareggio e solo dopo il gol il Milan prova a prendere il gioco in mano ma senza rendersi pericoloso salvo una volta con Kakà che spreca  malamente un'occasione d'oro.



Nella ripresa sembra sia l'Atletico Madrid a dover recuperare il risultato, attacca e manovra con un avversario che ogni tanto si affaccia in avanti con poca qualità e cattiveria anche in mezzo al campo. Il terzo gol taglia le gambe a un Milan già bloccato, infine l'ultima perla di Diego Costa (sublime) contro un cimitero di zombie.

Pagelle Milan: Seedorf, voti ai giocatori

Abbiati 5,5: poche colpe, a volte si addormenta nei rilanci, nessuna parata.

Emanuelson 5: avanza e arretra sulla fascia a vuoto, si fa infilare sempre alle spalle, quando avanza lo fa timidamente, superficiale.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Milan Champions League

Abate 6: bene nelle sovrapposizioni, tanta corsa ma qualche imprecisione, non impeccabile in difesa colpa anche dei due centrocampisti.

Bonera 6: in velocità non può tenere certo Diego Costa, fa quel che può ma non abbastanza, sufficiente risicata.

Rami 5: si fa scappare quasi sempre il suo uomo, tenta interventi al limite, non imposta come dovrebbe per iniziare l'azione.

De Jong 5,5: ci prova a correre dietro agli avversari, qualche volta riesce anche a interdire e bloccare con le buone e le cattive, ma per fare la regia la qualità e la fantasia non ci sono.

(dal 79' Muntari) s.v.

Essien 5: un giocatore imballato e impreciso, lotta a volte goffamente, lontano dal centrocampista di qualche anno fa.

(dal 69' Pazzini) s.v.: non si vede anche perchè la squadra è già morta, l'unica occasione la spreca nel finale tentando un dribbling improbabile quando potevatirare in porta da buona posizione.

Taarabt 5: dedicato più alla fase di copertura fuori ruolo, nessuna accelerazione, impalpabile ma non solo per colpa sua, non entra nella ripresa.

(dal 46' Robinho 6,5): entra e pressa, regala movimento e qualità, anche una sfortunata traversa.

Balotelli 4: Un fuoriclasse oltre a incidere nel gioco spesso è decisivo (vedi Diego Costa), prende qualche fallo ma per il resto è una serie interminabile di stop errati e controlli mancati, quando va al tiro (poco) sbaglia anche su punizione dalla sua mattonella. Conclusione? Non è un campione!

Seedorf 5-: se entri in corso d'opera con una squadra in crisi di risultati e con poca qualità a centrocampo, mettere due uomini davanti a una difesa distratta, dove nessuno sa fare regia e nemmeno il libero, non puoi permetterti di giocare contro l'Atletico Madrid con una linea d'attacco a quattro, e la grinta dov'è?





Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto