Il Cagliari Calcio passa il testimone dalla proprietà Cellino a quella di Tommaso Giulini ed in poco più di un mese cambia letteralmente pelle, una vera e propria rivoluzione in stile francese. Il nuovo proprietario e presidente ha cambiato il Cda, lasciando alcune pedine della vecchia gestione, inserendone delle nuove e richiamando il vecchio direttire sportivo, ora nuovamente in sella, al secolo Francesco Marroccu, ragazzo serio e preparato.

Pubblicità
Pubblicità

Si è poi partiti da un nuovo progetto tecnico affidato a Zeman, uno che di rivoluzioni e cambiamenti se ne intende; e quindi sono arrivati tanti giovani promettenti che con le cure del boemo si spera possano divenire grandi giocatori. Le partenze al momento sono state poche, la più illustre è quella relativa a Davide Astori, desideroso da tempo di confrontarsi con palcoscenici  più importanti come la Champions, che la Roma di Rudy Garcia può garantirgli, al Cagliari verranno versati 2 milioni subito e 5 a fine stagione, per una valutazione complessiva di 7 milioni di euro.

Il prossimo partente dovrebbe essere Pinilla, destinazione Cile, c'è da trovare l'accordo sul prezzo del cartellino, ma non dovrebbero esserci problemi al riguardo. Gli altri partenti sono Nenè, brasiliano che si è accordato con il Verona per un biennale da 500 mila euro a stagione, Perico, accasatosi a Cesena ed altri come ad esempio Vecino rientrati ai propri club di appartenenza per fine prestito. In entrata si cerca un sostituto di Astori, si parla di Camporese, favorito su Bernardeschi e Ceppitelli altre idee zemaniane, e forse di una punta nonostante gli acquisti di Rangel, Longo e Farias.

Pubblicità

Per ciò che concerne gli assetti societari, nella giornata di ieri, c'è stata la nomina del vice presidente nella persona di Stefano Filucchi. Lo stesso è stato in un recentissimo passato dirigente dell'Inter morattiana ed attualmente riveste l'incarico di direttore delle relazioni esterne della Saras Spa, la raffineria della famiglia Moratti, oltre ad avere tanti altri incarichi di prestigio in altri settori. Insomma una persona preparata, capace ed in grado di aiutare il neo presidente Giulini nella sua nuova avventura, a questo punto non ci rimane che augurare buon lavoro a tutti.

Leggi tutto