Sarà una partita molto importante quella che la Roma giocherà per la seconda giornata della fase a gironi della Champions League. La formazione di Rudi Garcia sarà infatti impegnata sul campo del Manchester City, una delle squadre più forti d'Inghilterra, e non sarà facile tornare da questa trasferta con un risultato positivo in saccoccia. La Roma arriva a questo match di Champions League con tre punti in classifica, dopo aver battuto all'esordio il Cska Mosca. Al contrario il City è a quota zero, avendo perso la prima partita in extremis sul campo del Bayern Monaco. Per gli inglesi, dunque, possiamo tranquillamente dire che è una partita fondamentale.

Come giocherà la Roma contro il City? Quale sarà la probabile formazione giallorossa? Innanzitutto per Rudi Garcia c'è una buona notizia, ovvero il ritorno tra i convocati di Iturbe. Anche se non al meglio, il giocatore argentino fa parte del gruppo e andrà in panchina. Per il resto della probabile formazione della Roma sembrano esserci pochi dubbi: De Sanctis giocherà tra i pali, mentre al centro della difesa ci saranno gli unici due centrali disponibili, ovvero Manolas e Yanga Mbiwa. Sulle corsie esterne sono i veri dubbi di Garcia, visto che in questo ruolo le alternative non mancano. Se a destra il tecnico non dovrebbe rinunciare a Maicon, a sinistra si giocano in tre una maglia: Torosidis, Holebas e Cole. Alla fine il prescelto potrebbe essere proprio Torosidis.

I migliori video del giorno

A centrocampo nemmeno ci sono dubbi, visto che De Rossi è out. Gioca Keita davanti alla difesa affiancato dagli inesauribili Nainggolan e Pjanic. In attacco Florenzi e Gervinho sembrano certi di una maglia nella probabile formazione giallorossa, con Totti che dovrebbe vincere il ballottaggio con Destro per partire dall'inizio. Questa dunque la probabile formazione della Roma contro il Manchester City, con il modulo che ovviamente è il 4-3-3: De Sanctis, Maicon, Yanga Mbiwa, Manolas, Torosidis; Nainggolan, Keita, Pjanic; Florenzi, Totti, Gervinho. L'allenatore Rudi Garcia avrà comunque delle ottime opzioni in panchina, specie in attacco: chissà che non tornino utili a match in corso.