Alzi la mano chi almeno una volta non ha fatto qualcosa di strano o folle per la sua squadra del cuore! Sicuramente saranno in molti quelli che hanno un rito propiziatorio con il quale sperano di aiutare la propria squadra del cuore durante le partite che la vedano. E infatti la scaramanzia è una delle cose che accomuna la maggior parte dei tifosi delle squadre di tutta Italia. La casa di scommesse Betfair ha indetto un sondaggio in occasione del lancio del "Cash Out", l'opzione che permette agli utenti di incassare la propria scommessa a partita in corso e senza quindi dover per forza attendere il risultato finale. Il sondaggio aveva come scopo quello di scoprire la tifoseria più scaramantica e, a dispetto di quanto molti potessero prevedere, i tifosi più superstiziosi sono quelli rossoneri e non i napoletani.

Il 78% dei tifosi rossoneri che hanno partecipato al sondaggio si sono dichiarati scaramantici, mentre i napoletani si sono classificati al secondo posto con il 67%. A chiudere il podio ci sono i supporters della Juve e dell'Inter con il 56%. I sostenitori meno scaramantici d'Italia sono i romanisti con il 40%. Per quanto riguarda le singole regioni, la più superstiziosa è la Lombardia con addirittura l'83% di tifosi scaramantici. Un altro risultato sorprendente quello della regione lombarda che precede Puglia (81%) e Campania (73%). La regione meno superstiziosa è la Basilicata. Dal punto di vista geografico, il primato è stato ottenuto dal meridione con il 65%, percentuale che gli ha permesso di battere il nord italiano fermo al 46%.

Considerando tutti i tifosi che fanno uso della scaramanzia come amuleto per la propria squadra del cuore, il 72% ha dichiarato di fare uso di abitudini particolari come rito propiziatorio.

I migliori video del giorno

Infatti il 44% ha rivelato di vedere tutte le partite seduto sempre allo stesso posto, il 18% guarda i match ogni volta in compagnia delle stesse persone e il 10% indossa sempre gli stessi vestiti, tra cui magliette della propria squadra e indumenti di intimo.