Era l'osservato speciale in casa azzurra reduce da un inizio stagione a dir poco sorprendente e invece sarà costretto a lasciare il ritiro della nazionale e saltare le prossime due partite di qualificazione agli europei contro Azerbaigian e Norvegia. Lorenzo Insigne non ce la fa per problemi al ginocchio destro, già accusato dopo la partita Milan Napoli dominata dai partenopei che si sono imposti a San Siro per 4 a 0 proprio con una doppietta di Insigne. Al suo posto Conte convoca il centrocampista del Milan Bonaventura.

Senza l'attaccante napoletano che sperava di utilizzare da titolare, Conte sarà costrettoa rivedere i propri piani

Il precedente infortunio

La sfortuna per quanto riguarda gli infortuni non è nuova ad Insigne che già lo scorso anno si infortunò al crociato destro tenendolo fuori dalle scene per quattro mesi e pregiudicando il suo rendimento, L'attaccante azzurro sembrava ripresosi perfettamente con questo fenomenale inizio di stagione,complice anche il nuovo stile di gioco di Sarri che più si adatta alle sue caratteristiche: 5 reti e 3 assist in 7 partite. Insigne è nel giro della nazionale maggiore dal 2012 avendo collezionato 6 presenze e 1 rete contro l'Argentina in amichevole. L'ultima presenza in nazionale riguarda la partecipazione al fallimentare mondiale brasiliano giocato dall'Italia.

L'inizio di stagione

Durante questo inizio di stagione che l'ha visto protagonista, l'attaccante partenopeo ha realizzato il suo primo goal contro l'Empoli, finita 2-2, per poi partecipare con una marcatura alla goleada inflitta alla Lazio con un passivo di 5-0 e fornendo anche un assist;con la Juventus al San Paolo ha festeggiato oltre alla vittoria per 2-1, suo il goal che apre le marcature, anche la sua centesima presenza in Serie Acon il Napoli; infine nell'ultima partita, quella del 4-0 che sta facendo traballare la panchina del tecnico serbo Mihajlovic, la sua prima doppietta in Serie A.

Questi numeri avevano fatto probabilmente breccia nel cuore di Antonio Conte, l'augurio è che questa promessa del calcio italiano possa riprendersi al più presto per rifarsi magari in Francia.