Dopo tante voci, conferme e smentite, è arrivato il verdetto finale per Rudi Garcia: l'esonero.Mentre la tifoseria giallorossa si divide tra chi ne è lieto (a prescindere dal suo sostituto), e chi invece, nonostante la gioia per il gradito ritorno di Luciano Spalletti, si palesa amareggiato per la decisione presa dal presidente dell'AS Roma James Pallotta, gli ormai ex giocatori di Garcia hanno riservato, uno dopo l'altro, calorosi saluti e ringraziamenti all'allenatore e allo staff che li hanno guidati e sostenuti per due stagioni e mezzo.

Anche le parole pronunciate da Pallotta in merito a tale vicenda, esprimono gratitudine nei confronti di un tecnico che, nonostante tutto, ha sempre fatto il possibile per la squadra giallorossa:“A nome mio e dell’AS Roma, desidero ringraziare Rudi Garcia per l’importante lavoro svolto sin dal suo arrivo in Società. Insieme abbiamo vissuto momenti positivi, ma riteniamo che questo sia il momento giusto per cambiare”.

Il tecnico transalpinoha lasciato definitivamente il centro sportivo di Trigoriamercoledì 13 gennaio alle 18:30 con due certezze importanti: quella di non aver mai perso un derby, e quella di aver compiuto il suo dovere, risollevando le sorti e gli umori di una squadra e di una tifoseria abbattuta dopo il clamoroso ko del 26 maggio 2013, giornoin cui la Roma perse contro la Lazio in occasione della finale di Coppa Italia.

Durante la presentazione dell'AS Roma nella stagione successiva, uno striscione della curva sud avvertiva: "Non saper rimediare ad una sconfitta è peggiore della sconfitta stessa" e quel francese, appena giunto nella Capitale, riuscì ad uscire da quel tunnel, rimettendo "la chiesa al centro del villaggio".

La stagione 2013/2014 si aprì con10 vittorie consecutiveottenute in altrettante giornate. A gennaio 2014, il bilancio della Roma riportava cifre da record per la storia dello stesso club: 44 punti su 57 disponibili, 39 gol realizzati, 10 subiti, 3°miglior attacco del campionato, miglior difesa della Serie A e 13 giocatori in gol.Dopo una seconda annata troppo altalenante, e i numerosi alti e bassi di quella attuale (sia in Champions che in campionato), e soprattutto in seguito all'eliminazione subita ai rigori contro lo Spezia agli ottavi di finale della TimCupe l'ennesimo deludente pareggio, rimediato in casa contro il Milan, è giunto per Garcia l'epilogo della sua avventura romana e romanista. C'è bisognodi voltare pagina, sperando che fare un passo indietro con Spalletti sarà finalmente la mossa giusta per andare avanti. E vincere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
A.S. Roma

Ecco i ringraziamenti dei giocatori giallorossi:

I giocatori della Roma, tramite i social network, hanno voluto salutare così Rudi Garcia.

Strootman:"Mister, ti ringrazio molto per il sostegno che mi hai dato durante la riabilitazione e per avere sempre avuto fiducia in me. Hai creduto in me dall'inizio e mi hai portato alla AS Roma, e di questo sarò sempre grato. Auguro a te, Claude e Fred il meglio per il futuro".

Castan: "In bocca al lupo Mister, avrai sempre il mio rispetto! Grazie di tutto!"

Florenzi: "Grazie Mister di tutto e in bocca al lupo!"

Gervinho: "Merci pour tout #IlMister.."

Manolas: "Grazie per la fiducia Mister! In bocca al lupo! Ti auguro il meglio!"

Nainggolan: "Grazie di tutto Mister...Tanti auguri per il futuro.."

Pjanic: "Grazie Mister, grazie a te e al tuo staff"

Rüdiger:"Grazie di tutto Mister, soprattutto per la vostra fiducia!

Tutto il meglio per le prossime sfide!"

Sadiq Umar: "Non ho altre risposte ma posso dire soloGRAZIE, GRAZIE e sempre GRAZIE.. Tutto il meglio per la prossime sfide # Rudi Garcia MISTER"

Salah: "Grazie Mister.."

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto