Il 2015 è volto al termine e per l'Acr Messina è stato un anno per gran parte da incubo. A fine maggio nella sfida play-out con la Reggina la retrocessione in D, con tutte le conseguenze che ne sono derivate; a fine agosto la riammissione in C. La prima parte di stagione si è conclusa con un sesto posto e l'ultima gara ha visto il Messina perdere nettamente a Caserta. L'auspicio di tutti i tifosi del Messina è che il 2016 possa essere finalmente quello della rinascita definitiva.

Il 2016 l'anno della risalita?

Per troppi anni i tifosi del Messina hanno subìto umiliazioni, l'ultima rappresentata dalla retrocessione per mano della Reggina.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie C

Questa estate il tanto sospirato cambio di proprietà e un nuovo corso vincente che finalmente si prospetta per la Messina calcistica. Le prime partite della nuova stagione hanno visto i giallorossi raggiungere importanti risultati, poi una leggera flessione ha fatto scivolare il Messina fuori dalla zona play-off.

Un futuro importante passa dal rafforzamento della base societaria e su questo fronte nelle prossime settimane si dovrebbero registrare delle novità, con un gruppo di circa 5-6 imprenditori interessati a contribuire al progetto di rinascita. Dal prossimo campionato il Messina potrebbe contare inoltre su una importante sponsorizzazione; Salvatore Ruggeri, amministratore delegato di Valvitalia, ha annunciato la volontà di supportare il Messina. Il sogno del Presidente Stracuzzi è la serie B già in questa stagione, ma obiettivamente il Foggia sembra avere qualcosa in più; indipendentemente dall'allargamento o meno della base societaria, il presidente ha comunque dichiarato che nel prossimo campionato il Messina reciterà un ruolo da protagonista.

Gli impegni a gennaio del Messina e punto sul mercato

Dopo la pausa natalizia, il programma del girone C prevede per il Messina quattro gare a gennaio. Tre gare su quattro saranno disputate al "San Filippo" con Martina Franca, Benevento Monopoli, mentre Ischia sarà l'unica trasferta.

I migliori video del giorno

Il calciomercato di gennaio sarà orientato a puntellare la rosa con 4-5 elementi. Avendo 24 calciatori in rosa, ogni acquisto dovrà essere preceduto da una cessione. Sul taccuino del ds Argurio un terzino destro, due centrocampisti e almeno due attaccanti. Tra i nomi circolati quelli di Manuel Sarao del Lumezzane; Giuseppe Madonia che si svincolerà dall'Akragas; i due calciatori della Salernitana Giampietro Perrulli David Milinkovic; Filipe Gomez in forza al Perugia e Danilo Bulevardi centrocampista del 1995 in forza al Pescara; un sondaggio è stato fatto per Umberto Eusepi, ma la volontà del calciatore di non scendere di categoria ha fatto la differenza. L'obiettivo dichiarato è arrivare ad avere in rosa 10 under (al momento sono solo 7) per avere il numero massimo di contributi a fine stagione (decisione da condividere assolutamente visti i tempi di crisi). Intanto nei giorni precedenti il Presidente Stracuzzi ha annunciato l'accordo per il rinnovo del contratto con Giorgione, De Vito, Palumbo, Burzigotti Fornito.