La quattordicesima giornata di Serie B, giocata quasi interamente di domenica in virtù dello stop della serie A per le Nazionali, ha visto cadere,e clamorosamente, la capolista Hellas Verona, sconfitta al Bentegodi dal Novara con un sonoro 4 a 0. E dire che nei primi 15 minuti di gioco gli scaligeri avevano sfiorato più volte la marcatura costringendo il Novara ad arroccarsi nella propria area. Ma al 17' Casarini con un tiro dal limite porta in vantaggio gli ospiti, e da questo momento la partita cambia completamente. L'Hellas prova a reagire senza riuscirci veramente. Al 65' il Novara trova addirittura il raddoppio con il migliore dei suoi, Nicolas Viola.Prima del fischio finale c'è tempo anche per la terza (76' Farago) e quarta marcatura (87' Galabinov).

Il Verona resta comunque in testa alla classifica con 30 punti ma con un vantaggio di 3 punti sul Frosinone vittorioso 3 a 1 al Matusa contro l'Ascoli. Per i ciociari in rete Soddimo al 42' e 76', in mezzo le reti di Ciofani 54' e Cacia per gli ospiti al 57'. Il Cittadella, sconfitto 1 a 0 a Benevento perde una posizione, occupando ora il terzo posto. Al Vigorito decide una rete di Ceravolo a 10 minuti dal termine. Con questa vittoria i giallorossi di posizionano proprio alle spalle dei veneti.

Appaiata con il Benevento c'è la Spal, che nel primo anticipo di sabato ha sconfitto 3 a 2 il Brescia, che ha chiuso la gara in 9 per le espulsioni di Lancini (50') e Mantinelli a tempo scaduto. In sesta posizione con 23 punti Entella e Perugia che non sfruttano i match casalinghi contro Pro Vercelli e Trapani, e pareggiano entrambe: a reti bianche l'incontro di Chiavari, mentre 1 a 1 quello di Perugia.

Succede tutto nel finale e in due minuti: al vantaggio di Nicastro (84') risponde immediatamente Coronado (86').

Terminano con lo stesso punteggio anche Carpi-Avellino e il posticipo Bari-Spezia, che ha segnato la prima sulla panchina pugliese del tecnico Colantuono. Torna finalmente alla vittoria la Salernitana, che supera all'Arechi la Ternana in una gara pazzesca.

Gli umbri trovano il doppio vantaggio in cinque minuti (23' e 28'), prima del gol di Perico al 32' dimezza lo svantaggio per i granata. Sette minuti più tardi l'episodio che condizionerà la partita: Meccariello stende malamente il neo entrato Odjer e viene espulso direttamente. Con la Ternana in dieci, i campani riescono a ribaltare il risultato già prima del riposo, con Coda al 45' e Vitale al 48' su rigore.

Nella ripresa capitan Rosina porta a 4 le marcatura granata per il 4 a 2 finale.

Nel secondo anticipo del sabato il Latina supera il Vicenza al Menti con il gol di Corvia su rigore al 50'. Da segnalare che gli ospiti hanno giocato quasi tutta la partita in dieci per l'espulsione di Nica al 28' e che al 87' Bellomo fallisce un calcio di rigore per il Vicenza.

Torna alla vittoria, dopo due mesi di digiuno, il Cesena, che supera 2 a 0 il Pisa di Gattuso grazie ad una doppietta di Rodriguez. Ma vediamo ora il prossimo turno valido per la quindicesima giornata.

Serie B: quindicesima giornata

Cittadella-Verona (venerdì ore 20:30)

Spezia-Cesena (sabato ore 15)

Latina-Salernitana (sabato ore 15)

Avellino-Pisa (sabato ore 15)

Benevento-Brescia (sabato ore 15)

Ternana-Entella (sabato ore 15)

Pro Vercelli-Vicenza (sabato ore 15)

Ascoli-Perugia (sabato ore 15)

Bari-Carpi (sabato ore 15)

Novara-Frosinone (domenica ore 17)

Trapani-Spal (lunedì ore 20:30)

Segui la nostra pagina Facebook!