Aveva già vacillato giovedì scorso nei quarti di Copa del Rey, ma il 3-3 col quale il RealMadrid ha estromesso il Siviglia dal torneo era stato il risultato utile numero 40 per le Merengues. Evidentemente il destino aveva deciso che la striscia record di Zizou Zidane si sarebbe dovuta spezzare per forza di cose al Sanchez Pizjuan. Tifosi andalusi catapultati al settimo cielo grazie al velenoso destro di Stevan Jovetic al 92° minuto che regala l'intera posta in palio ai ragazzi di Sanpaoli ed il riavvicinamento alla vetta della Liga.

JoJo, dalle stalle alle stelle in poche ore

Ripudiato da Frank De Boer prima, non considerato da Pioli poi, l'ex Fiorentina e Manchester City non stava più nella pelle voglioso com'era di tornare a dimostrare il suo valore dopo l'infelice esperienza in nerazzurro.

Un esordio con gol (inutile) giovedì in Coppa, poi il bis ben più importante e memorabile, subentrato da una manciata di minuti e subito mortifero a beffare l'estremo difensore madrileno Navas a tempo quasi scaduto. Il puntero montenegrino può essere quell'addizione capace di rendere gli andalusi davvero pericolosi per la conquista della Liga, vista la tanta qualità e fantasia nella trequarti spesso non concretizzata da Ben Yedder (8 gol per lui finora) e Vietto (solo 6 centri).

CR7 illude i suoi ma Ramos rovina tutto...

Zidane insegue il record di Antonio Conte alla Juve (43 risultati utili consecutivi) e lo fa coprendosi con tre centrali puri (Nacho, Varane, Ramos) e quindi con una sorta di difesa a 5 con Carvajal e Marcelo sugli esterni.

Torna Modric in cabina di regia a supporto del duo Ronaldo/Benzema. Sampaoli risponde con Nzonzi ed Iborra recuperati più Vazquez, Nasri e Vitolo a supporto di Ben Yedder. Dopo un primo tempo a dire il vero noioso, il ritmo sale inesorabilmente nella seconda frazione ed al 68' il big match si sblocca: errore di Escudero che permette a Carvajal di involarsi in area, Sergio Rico esce a valanga e stende il terzino destro blanco.

Furenti proteste locali ma Hernandez è irremovibile, è rigore. Infallibile Cristiano Ronaldo dagli 11 metri ed il Real pare uccidere la Liga. Sanpaoli striglia i suoi e la "garra" andalusa produce i suoi effetti: punizione dalla destra di Vitolo, il contestatissimo Sergio Ramos tentando l'anticipo indirizza di testa nella propria porta.

È il minuto 83 ed il pareggio parrebbe accontentare tutti, tranne Jovetic che, appena entraro al posto dell'ex Palermo Franco Vazquez e pervaso dalla voglia di rifarsi dopo mesi di cattività, fa esplodere tutta Siviglia di gioia. Fine dei giochi.

Liga riaperta, Siviglia a -1

Ad un turno dal termine del girone d'andata le Merengues (attese dal Napoli negli ottavi Champions) mantengono il primato con 40 punti ed una partita da recuperare, il Siviglia resta in scia a 39 sfruttando lo scontro diretto, a 38 sornione il Barcellona dei capocannonieri Messi&Suarez (entrambi 14 reti, CR7 insegue a 12). Più attardato a 34 l'Atletico Madrid del Cholo Simeone, chiude la top5 il Villareal dei nostri Soriano, Sansone e della vecchia conoscenza rossonera Pato.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!