Il 19 luglio del 1966 è una data che, purtroppo, resta impressa nella storia del calcio italiano come la più nera. La sconosciuta nazionale della Corea del Nord, sconfiggendo 1-0 gli azzurri in quel di Middlesbrough durante il primo turno dei Mondiali inglesi, condannò l'Italia ad una prematura quanto incredibile eliminazione. Poco male se poi, nei quarti di finale, gli asiatici si sarebbero presi il lusso di far tremare il Portogallo di Eusebio: per il calcio italiano il gol del dentista Pak Doo-ik resta, purtroppo, sinonimo di vergogna. Eppure, sebbene le nazionali maggiori dei due Paesi non si sarebbero più incontrate (l'Italia troverà comunque il modo di farsi eliminare ai Mondiali dall'altra Corea, quella del Sud, 36 anni dopo), esistono altri precedenti tra rappresentative calcistiche italiane e nordcoreane.

L'aspetto tragicomico della questione è che, con o senza Pak Doo-ik, non abbiamo mai vinto.

Giovanili e militari

Nel 1955, a Varsavia, si disputa un match valido per il Torneo Internazionale dell'Amicizia organizzato dall'Unione Internazionale degli studenti. Una kermesse sportiva dal colore politico, visto che è legata al blocco socialista e le squadre partecipanti sono composte da studenti che hanno in tasca le tessere dei maggiori partiti internazionali di sinistra. La rappresentativa italiana batte nettamente al primo turno una squadra della Germania Ovest (5-1), mentre la Corea del Nord travolge 9-1 una selezione siriana. Si arriva dunque al confronto diretto che gli asiatici vinceranno in scioltezza, 4-1.

Ad onor del vero, c'è da dire che l'Italia era rappresentata da una squadra poco più che amatoriale, mentre la Corea del Nord schierava il meglio del suo calcio giovanile. Nel 1974, otto anni dopo Middlesbrough, una selezione Under 23 di serie C italiana guidata addirittura da Enzo Bearzot si trovò, invece, ad affrontare una tournée a Pyongyang.

Due partite, contro due rappresentative di militari nordcoreani terminate con altrettanti, sudati pareggi: 0-0 ed 1-1. Nel 2003 infine Corea del Nord ed Italia si affrontano nelle semifinali del torneo di calcio che si disputa nell'ambito della terza edizione dei Giochi Mondiali Militari. La manifestazione sportiva si svolge a Catania e gli asiatici vincono 2-1, grazie al golden gol segnato nei supplementari da tale Nam Song-Chol.

In finale la Corea del Nord supererà 3-2 l'Egitto, laureandosi di fatto Campione del mondo a livello militare.