Lo scudetto a tavolino assegnato all'Inter nel 2006 continua a far parlare. Sono passati ormai undici lunghissimi anni da quando la Juventus veniva penalizzata con la Serie B e il campionato assegnato all'Inter da Guido Rossi, ma la vicenda continua a far discutere. A parlare questa volta è Franco Carraro, ex Presidente del Coni e della Figc.

'Scudetto 2006 non doveva andare all'Inter'

Dopo tanti anni, lo scudetto assegnato all'Inter a tavolino continua a far discutere, con tanti pareri apposti. Questa volta a dire la sua è Franco Carraro, che durante la presentazione di un suo libro, 'Mai dopo le ventitrè', ha parlato della vicenda Calciopoli, in particolare dello scudetto assegnato all'Inter a tavolino da Guido Rossi: "Penso che Guido Rossi ha gestito bene la situazione.

Ha svolto un rapido lavoro che ha permesso al campionato di iniziare presto e alle squadre italiane di scriversi in tempo alle coppe europee. E' stato come un chirurgo, operando d'urgenza, ma non tutto è andato come dovuto, anche se ha rimesso al proprio posto un campionato dato per morto".

Carraro sottolinea il grave errore commesso da Guido Rossi: "Il più grande errore è stato assegnare lo scudetto 2006 ai nerazzurri a tavolino. Decisione pesante di Rossi, anche perchè, il mese dopo tornava a fare il Presidente della Telecom, dove il maggiore azionista era Marco Tronchetti Provera, ai tempi vice-presidente dell'Inter. Sarà stata malafede? Non credo, ma ha gestito la situazione con superficialità".

Inter e Juventus destinate a restare grandi rivali, anche sul mercato

Inter e Juventus duellano alle spalle del Napoli di Maurizio Sarri. Le due squadre sono pronte a darsi battaglia anche sul mercato invernale, dove c'è l'interesse per Leon Goretzka, centrocampista tedesco che gioca nello Schalke 04. Notizia arrivata dai colleghi del "Mundo Deportivo".

Dalla Spagna infatti, giunge la voce che bianconeri e nerazzurri sono sulle tracce del classe 1995. Non sarà facile per i due club italiani, sul giocatore resta vigile l'interesse di Liverpool e Bayern Monaco. Ma le insidie non sono finite: nelle ultime ore è spuntato il forte interesse del Barcellona, che di fatto potrebbe salire in pole e strapparlo a Inter e Juventus.

Il centrocampista è in scadenza di contratto, la dirigenza della Beneamata vorrebbe regalarlo a Luciano Spalletti, ma gli ostacoli sono troppi, vedremo cosa accadrà da qui a gennaio.