Uno dei giocatori che sarà sicuramente al centro delle trattative di mercato la prossima estate è l'esterno del Bologna, Simone verdi. Il giocatore già a gennaio era stato molto vicino al trasferimento al Napoli, che aveva trovato l'accordo economico con i felsinei sulla base di venticinque milioni di euro ma è stato proprio l'italiano a bloccare tutto, preferendo chiudere la stagione in rossoblu per poi essere libero di decidere quale sarà il suo futuro con calma la prossima estate.

La stagione di Verdi è stata molto positiva fino a questo momento nonostante un infortunio muscolare che ne ha condizionato il rendimento tra gennaio e febbraio.

Il giocatore, scuola Milan, ha disputato ventisette partite, mettendo a segno sette reti e collezionando sette assist.

Inter su Verdi

Uno dei club più interessati a Verdi, oltre al Napoli, è l'Inter, che già a gennaio aveva fatto un sondaggio con il Bologna senza, però, avanzare alcuna offerta visto che i nerazzurri devono chiudere il bilancio in pareggio la prossima estate. L'interesse del Napoli, invece, resta vivo ma, rispetto a gennaio, gli azzurri sembrano aver messo gli occhi anche su altri giocatori.

E' la società nerazzurra, dunque, la squadra in pole position, con Verdi che potrebbe essere designato come il sostituto ideale di Candreva e Perisic, con uno dei due che potrebbe essere ceduto per sistemare il bilancio, con il primo in pole position.

L'offerta al Bologna

Il Bologna non ha intenzione di cedere Verdi ad una cifra inferiore rispetto a quella che era stata pattuita con il Napoli a gennaio e per questo motivo deciderà di sedersi al tavolo delle trattative solo per cifre dai venticinque milioni di euro in su.

L'Inter, dal suo canto, è pronta ad inserire alcune contropartite tecniche per poter abbassare la richiesta iniziale.

Il primo nome messo sul tavolo è quello del giovane attaccante, classe 1999, Andrea Pinamonti, valutato tra gli otto e i dieci milioni di euro. Il centravanti era stato ceduto al Sassuolo per quella cifra a gennaio ma a far saltare tutto è stato proprio lui, convinto di potersi giocare le sue carte in nerazzurro fino a giugno ma, alla fine, nonostante l'infortunio di Mauro Icardi tra gennaio e febbraio, i minuti giocati sono stati davvero pochi.

L'altro nome sul tavolo è quello del giovane portiere ucraino, Andriy Lunin, dello Zorya, che dovrebbe passare all'Inter la prossima estate. I nerazzurri vorrebbero girarlo al Bologna per permettergli di fare esperienza. Il Bologna ci pensa, consapevole che, comunque, realizzerà una cospicua plusvalenza avendo acquistato Verdi dal Milan nell'estate del 2016 per poco meno di due milioni di euro.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!