L'Inter ha ufficializzato quest'oggi il settimo acquisto di questa sessione di Calciomercato, con l'arrivo [VIDEO] dell'attaccante senegalese, Keita Baldé, dal Monaco in prestito con diritto di riscatto in un'operazione complessiva da quaranta milioni di euro. L'ennesimo acquisto pone la società nerazzurra come regina assoluta di questa sessione ma potrebbe arrivare persino la ciliegina sulla torta.

Ciliegina sulla torta che potrebbe essere rappresentata dall'arrivo a Milano del centrocampista croato del Real Madrid, Luka Modric. Sembrava solo una suggestione ma la trattativa è diventata, giorno dopo giorno, sempre più concreta, con vari indizi che facevano sognare i tifosi dell'Inter come la mancata presenza del giocatore nella foto con i big della rosa del Real.

Si è atteso il faccia a faccia tra il croato, premiato questa estate come miglior giocatore del Mondiale in Russia, e il presidente del club spagnolo, Florentino Perez, ma questo non è mai avvenuto perché il patron ha cercato di tergiversare, ribadendo solo all'entourage di non essere disposto a trattare la sua cessione. Anche se si parlava di una sorta di patto tra il giocatore e il presidente, secondo cui il croato sarebbe stato lasciato libero in caso di vittoria della terza Champions League consecutiva, la quarta in cinque anni.

La comunicazione ad Ausilio

Inter che, nonostante le schermaglie, continua a sperare [VIDEO] nell'arrivo di Modric a Milano. I segnali che arrivano da Madrid non sono dei migliori visto che il centrocampista croato è stato convocato dal tecnico del Real, José Lopetegui, per la Supercoppa Europea che si giocherà mercoledì in Estonia, contro l'Atletico Madrid.

Una scelta che, però, potrebbe anche voler dire che Modric vuole lasciare il Real Madrid dopo aver vinto un altro trofeo. Lo spiraglio è rimasto aperto in quanto l'entourage del giocatore e gli intermediari sono rimasti nella capitale iberica per continuare a sperare di poter concludere l'affare. Al direttore sportivo della società nerazzurra, Piero Ausilio, è stato comunicato che ci sono ancora margini per la buona riuscita visto che gli agenti sostengono che le cose potrebbero essere messe a posto tra giovedì e venerdì, guarda caso dopo la finale di Supercoppa contro l'Atletico Madrid.

Rafinha pista difficile

Si era parlato, negli ultimi giorni, dell'ipotesi che l'Inter sarebbe tornata su Rafinha qualora fosse naufragata la trattativa per Luka Modric. La cosa non è completamente da escludere ma, al momento, il Barcellona non sembra intenzionato a privarsi del fantasista brasiliano. A confermarlo è il direttore sportivo del club blaugrana, Ariedo Braida, intercettato ai microfoni di Radio Sportiva: "Molto probabilmente si fermerà qui, ha grandi qualità e giocate importanti. Veniva da una stagione travagliata ma è un giocatore che può fare la differenza, ha un piede dolce, quasi magico che ti fa vincere le partite".