Il Milan, che stasera sarà impegnato alla Sardegna Arena contro il Cagliari, match valido per la 4ª giornata di Serie A, giovedì 20 settembre debutterà in Europa League. I rossoneri affronteranno il Dudelange nel primo turno del Gruppo F: appuntamento fissato alle ore 21:00 presso lo Stade Josy Barthel - Luxembourg.

I tifosi del "diavolo" potranno vedere la partita in diretta Tv su Sky (a pagamento), ma anche in chiaro su TV 8. Sulla carta, la squadra di Gennaro Gattuso dovrebbe avere vita facile contro gli avversari di turno, anche se i lussemburghesi non vanno affatto sottovalutati, giacché nei turni preliminari della competizione hanno già eliminato club più quotati come Legia Varsavia e Cluj.

Bilancio positivo per i rossoneri contro squadre lussemburghesi

Il Milan affronterà per la prima volta il Dudelange che, nella sua storia, non ha mai partecipato ad una competizione europea. I rossoneri, invece, hanno già avuto modo di sfidare delle formazioni lussemburghesi in passato, vincendo in tutte le occasioni con risultati a volte tennistici. Nella stagione 1962/63, ad esempio, contro l'US Luxembourg, in Coppa dei Campioni, la compagine meneghina s'impose per 8-0 e 0-6 nella fase preliminare. Quell'edizione del torneo fu vinta proprio dal Milan che conquistò il primo dei suoi 7 trofei contro il Benfica a Londra.

Durante la stagione 1969/70, invece, la squadra rossonera (sempre in Coppa dei Campioni) giocò contro l'Avenir Beggen, battuto con i risultati di 5-0 e 0-3 nel primo turno.

Nel corso del torneo, la formazione meneghina sarebbe stata poi eliminata nella sfida successiva dai futuri campioni d'Europa del Feyenoord. Il terzo ed ultimo incrocio con una squadra del Lussemburgo risale alla Coppa delle Coppe del 1972/73, quando il Milan eliminò l'FC Differdange 03 con i punteggi di 3-0 e 1-4 al primo turno.

La squadra italiana riuscì poi ad aggiudicarsi il trofeo, battendo nella finale di Salonicco il Leeds United.

Vedremo, dunque, se gli uomini di Gattuso riusciranno a confermare questo trend positivo anche contro la squadra di Dino Toppmöller. Il giovane allenatore è il figlio di Klaus Toppmöller, che agli inizi degli anni 2000 ottenne grandi risultati con il Bayer Leverkusen, arrivando in finale di Champions League nel 2002, quando la formazione tedesca fu sconfitta dal Real Madrid per 2-1.

Tornando al figlio d'arte, questi ha già dimostrato di avere ottime competenze: infatti, nonostante la rosa del Dudelange non possa contare su grandi campioni, la formazione lussemburghese ha ottenuto risultati piuttosto significativi durante la fase preliminare di Europa League. La stella - se così possiamo definirla - è David Turpel, attaccante classe '92 che vanta due reti nella nazionale del Lussemburgo.

Da segnalare poi la presenza di alcune vecchie conoscenze del calcio italiano come l'ex juventino Landry Bonnefoi e l'ex laziale Milan Biševac. Addirittura c'è un Ibrahimović in squadra, naturalmente non il fuoriclasse svedese Zlatan, bensì il centravanti 30enne bosniaco Sanel.

Ricordiamo che, dopo aver debuttato contro il Dudelange, nella 2ª giornata di Europa League il Milan dovrà vedersela con i greci dell'Olympiacos.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!