Uno dei tormentoni di mercato dell'ultima è stato sicuramente quello che ha visto il nome del centrocampista croato del Real Madrid, Luka Modric accostato all'Inter. Un tormentone che, tra l'altro, potrebbe tornare di moda già a gennaio visto che la volontà del giocatore di lasciare la Capitale spagnola non sembra essere mutata. Inoltre, in queste prime tre giornate di campionato l'Inter ha messo in evidenza alcuni limiti proprio in mezzo al campo, denotando come manchi quel giocatore in grado di alzare il tasso qualitativo in mezzo al campo.

Inter ancora su Modric

L'Inter è pronta a fiondarsi nuovamente sul centrocampista croato del Real Madrid, Luka Modric. Il giocatore, eletto come il migliore in assoluto nell'ultimo Mondiale in Russia, vuole provare una nuova esperienza e avrebbe già trovato, attraverso il proprio entourage, una bozza di accordo con la società nerazzurra per un contratto quadriennale a quasi dieci milioni di euro a stagione più bonus, più altri due anni in Cina, con la maglia dello Jiangsu, l'altro club di cui è proprietario Suning, alle stesse cifre.

L'insistenza di Modric a voler lasciare la Capitale spagnola, però, ha irritato non poco questa estate il patron del Real Madrid, Florentino Perez, che ha denunciato l'Inter alla Fifa per avere avuto contatti con il giocatore senza la sua autorizzazione. Una denuncia che, però, è già caduta nel vuoto visto che il massimo organismo mondiale ha fatto sapere di non avere gli elementi necessari per continuare l'indagine, scagionando i nerazzurri.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Ciò che resta, dunque, è la volontà di Modric, che ha anche rifiutato il rinnovo di contratto che attualmente scade a giugno 2020. Una dimostrazione ulteriore di come le scelte del croato non siano legate al fatto di cercare di strappare un contratto più ricco ma, semplicemente, sono legate a nuovi stimoli. Inoltre l'ex Dinamo Zagabria e Tottenham a Milano si ritroverebbe con tre suoi amici e connazionali: Ivan Perisic, Marcelo Brozovic e Sime Vrsaljko.

Fondamentale, però, per la buona riuscita dell'operazione sarà il lavoro del direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, che sta cercando di riallacciare i rapporti con il Real Madrid per non finire con il muro contro muro anche a gennaio. Visto che Modric andrebbe in scadenza di contratto tra un anno e mezzo, è probabile che la società nerazzurra possa offrire un piccolo indennizzo ai Blancos.

L'alternativa a Modric

Inter che, comunque, non vuole correre il rischio di rimanere a mani vuote come questa estate e sta studiando anche le alternative a Luka Modric.

Sono tre i nomi caldi in casa nerazzurra, con il francese Tousart e il belga Praet tra le opzioni giovani ma Ausilio e Spalletti vorrebbero affidare le chiavi del centrocampo ad un giocatore con maggiore esperienza e in questo caso l'alternativa ideale risponde al regista spagnolo del Chelsea, Cesc Fabregas, che lascerà sicuramente Londra o a gennaio o a giugno, quando andrà in scadenza di contratto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto