Domenica 3 marzo, alle ore 12.30 il Torino, allenato dal tecnico livornese Walter Mazzarri attenderà allo Stadio Olimpico Grande Torino il Chievo di Domenico Di Carlo, fanalino di coda con soli 10 punti. La squadra granata è reduce da un ottimo momento di forma: cinque risultati utili consecutivi, con tre vittorie contro Inter, Udinese e Atalanta e due pareggi contro Spal e Napoli, senza subire goal in nessuna delle sue ultime cinque partite. Il club granata, dopo diverse partite molto impegnative, dove ha comunque risposto bene, sconfiggendo nell'ultima partita, proprio l'Atalanta per 2-0, riagganciandola in classifica, potrà godere di un calendario agevole per le prossime 3 partite e poter seriamente stabilizzarsi nelle posizioni europee, dove affronterà, oltre al Chievo, il Frosinone in trasferta e il Bologna in casa, ma occhio a non abbassare la guardia, perchè nella partita d'andata il Torino si impose per 1-0 con l'unico goal granata fin qui di Simone Zaza, qualche minuto prima del 90".

Mazzarri cambia ancora

Il tecnico granata, dopo l'uscita in Coppa Italia per mano della Fiorentina e subito dopo la sconfitta in trasferta contro la Roma per 3-2, dove il Torino in emergenza a centrocampo era stato comunque reduce di una buonissima prestazione, ha cambiato per 5 partite consecutive giocatori e moduli, cambi rivelatosi azzeccati. Nel prossimo impegno contro il Chievo, il tecnico granata sembra aver deciso di cambiare ancora, dimostrando ancora una volta di aver ragione riguardo il fatto di avere a disposizione una rosa corta, da lui voluta, senza dare punti di riferimento agli avversari e soprattutto non garantendo un posto da titolare a nessuno, tranne i nomi più importanti, come quelli di: Salvatore Sirigu, Nicolas N'Kolou, Armando Izzo e il "Gallo", Andrea Belotti, nonché capitano.

Probabile formazione del Torino

Ormai da circa un mese, tutti i ragazzi allenati da Walter Mazzarri, rispondono abbastanza reattivi, abili e arruolabili, con l'infermeria vuota, dopo tanto tempo.Ancora una volta, il tecnico granata decide di cambiare il suo 11 di partenza, inserendo Ola Aina sulla fascia destra al posto di De Silvestri e con Baselli ad agire insieme allo spagnolo Iago Falque dietro la punta Belotti, in un 3-4-2-1.

Formazione: Sirigu, Izzo, N'Kolou, Djiji, Aina, Rincon, Lukic, Ansaldi, Baselli, Falque,B elotti.

Probabile formazione del Chievo

Il Chievo di Domenico Di Carlo risponde con il 3-4-1-2.

Formazione: Sorrentino, Bani, Rossettini, Barba, Schelotto, Leris, Diousse, Rigoni,J arozynski, Giaccherini, Stepinski.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!