Nonostante sia in piena corsa per campionato e coppe l'Inter sta iniziando a delineare la strategia da attuare nella prossima sessione estiva di calciomercato. Non solo il mercato in entrata visto che il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, avrebbe indicato anche i giocatori su cui potrebbe non puntare nella prossima annata. Tra questi ci sarebbe Diego Godin che non sembra essersi ambientato al meglio, complice anche uno schieramento probabilmente poco adatto alle sue caratteristiche.

Godin in uscita

Un giocatore che potrebbe lasciare l'Inter nella prossima sessione estiva di calciomercato è Diego Godin. Il centrale uruguaiano, arrivato a parametro zero la scorsa estate dopo essere andato in scadenza di contratto con l'Atletico Madrid, non sembra essersi integrato al meglio all'interno dello scacchiere tattico di Antonio Conte. Non è un caso che l'allenatore spesso durante questa stagione gli abbia anche preferito Alessandro Bastoni, giovane centrale classe 1999.

Non è escluso un ritorno all'Atletico Madrid o in patria, in Uruguay, per lo stesso Godin.

Molto dipenderà anche dalla volontà della società nerazzurra che potrebbe anche decidere di rescindere il contratto. Il giocatore classe 1986, infatti, con i nerazzurri ha un accordo triennale, fino a giugno 2022, a sei milioni di euro a stagione. Cominciano ad esserci anche i primi malumori visto che Godin non ha nascosto il suo disappunto al momento della sostituzione con Sanchez nel corso del match contro la Lazio.

Prima, incredulo, ha chiesto conferma del cambio deciso dal tecnico dei nerazzurri e poi ha sussurrato qualcosa in segno disapprovazione rispetto alla scelta dell’allenatore.

Il sostituto del difensore uruguaiano

Inter che starebbe lavorando anche per individuare il sostituto di Diego Godin per la prossima stagione. Nerazzurri che avrebbero già intavolato la trattativa per assicurarsi il centrale del Verona Marash Kumbulla.

Sulle tracce del calciatore c'è anche il Napoli ma l'albanese avrebbe dato la propria preferenza per il trasferimento a Milano. In questo modo il club meneghino avrebbe in rosa due giocatori mancini da poter schierare sul centro sinistra della difesa a tre facendo tornare Skriniar sul centro destra. Lo slovacco, infatti, ha palesato non poche difficoltà giocando sul lato mancino in questa stagione. Verona che potrebbe lasciare andare Kumbulla per un'offerta tra i venti e i venticinque milioni di euro, la stessa cifra che aveva messo sul piatto proprio il Napoli. Nell'affare potrebbe entrare anche Federico Dimarco, attualmente in prestito proprio all'Hellas con diritto di riscatto fissato a otto milioni di euro.

Segui la nostra pagina Facebook!