Ieri ha disputato la sua seconda partita da titolare in campionato, nel derby di Milano contro il Milan. La prestazione di Alexis Sanchez è stata più che sufficiente, condita dall'assist per il pareggio di Vecino che ha portato l'Inter sul 2-2, prima dei gol di De Vrij e Lukaku. Il cileno ha dimostrato di essere a buon punto nel processo di recupero della miglior condizione fisica. Pesa ancora, infatti, il grave infortunio alla caviglia che lo ha tenuto lontano dai giochi per tre mesi, da ottobre a gennaio.

Il futuro del Niño Maravilla, però, sarebbe avvolto nell'incertezza visto che la sua permanenza in nerazzurro è tutt'altro che scontata.

Il futuro di Sanchez

Il futuro di Alexis Sanchez è ancora tutto da decifrare. L'attaccante cileno è arrivato all'Inter questa estate in prestito secco dal Manchester United. Ingaggio pagato a metà dalle due società, visto che l'ex Udinese, Barcellona e Arsenal ha uno stipendio da oltre undici milioni di euro a stagione. Il Niño non è riuscito ad incidere come avrebbe voluto fino ad ora, avendo realizzato una sola rete in campionato, a ottobre contro la Sampdoria.

Due settimane, poi, il grave infortunio con la Nazionale cilena che lo ha tenuto fuori fino a gennaio. Solo ora il giocatore sta cominciando a giocare con continuità, complice anche la squalifica di Lautaro Martinez.

Sanchez che, però, a fine anno potrebbe tornare al Manchester United, visto che l'Inter non ha avviato trattative per il suo acquisto a titolo definitivo, almeno per il momento. Ostacolo, nel caso, sarebbe anche l'ingaggio troppo alto percepito dal cileno, che sforerebbe i parametri della società nerazzurra.

I giocatori più pagati nella rosa a disposizione di Antonio Conte, infatti, sono Romelu Lukaku e Christian Eriksen, che percepiscono quasi dieci milioni di euro a stagione, bonus compresi.

Il possibile sostituto

Inter che si sta muovendo sul mercato anche per quanto riguarda le operazioni in entrata in vista della prossima stagione. Proprio il possibile addio di Alexis Sanchez non troverebbe impreparato il club nerazzurro che, anzi, avrebbe già individuato il probabile sostituto.

Si tratterebbe di Dries Mertens. L'attaccante belga è in scadenza di contratto a giugno con il Napoli e il rinnovo stenta ad arrivare. Marotta e Ausilio avrebbero già incontrato l'entourage del giocatore, mettendo sul piatto un contratto biennale da cinque milioni di euro a stagione. Non è un caso che si parlerebbe più o meno delle stesse cifre percepite attualmente a Milano dal Nino Maravilla. Mertens potrebbe presto accettare la proposta, soprattutto se gli azzurri non riuscissero ad alzare l'iniziale offerta da quattro milioni di euro a stagione.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!