Termina nel peggiore dei modi l'avventura di Mario Balotelli con la squadra della sua città. Nella giornata di oggi, sabato 6 giugno, il Brescia ha inviato al calciatore la lettera per chiedere la rescissione unilaterale del contratto per giusta causa dopo le sedute saltate senza motivo e altri atteggiamenti negligenti che Balotelli avrebbe avuto durante il periodo del lockdown. Ora la palla passa al collegio arbitrale: toccherà infatti a tale organo decidere chi ha ragione nel contenzioso.

La rottura dopo il certificato medico

La rottura è arrivata dopo che Balotelli ha presentato alla società un certificato medico con la diagnosi di gastroenterite per giustificare l'assenza dagli allenamenti nei giorni scorsi.

Il presidente del Brescia ha dato mandato al suo legale, l'avvocato Mattia Grassani, di spedire a Balotelli la lettera di licenziamento. Di conseguenza non ci sarà nessun accordo sulla rescissione tra la società e il calciatore. Secondo SkySport questa soluzione sarebbe stata proposta in un primo momento dalla società all'attaccante che la avrebbe rifiutata, chiedendo il reintegro in rosa o l'indennizzo.

Diego Lopez: 'Deluso da Mario'

Contattato dal Corriere della Sera l'allenatore del Brescia, Diego Lopez, si è detto deluso del comportamento di Balotelli. "Pensavo che giocando nella sua città potesse dare tanto, ma doveva fare di più", ha affermato l'allenatore uruguaiano. Il tecnico del Brescia ha aggiunto che in questi mesi si era speso molto per aiutare Balotelli, ma che da lui pretendeva altrettanto.

Inoltre il suo allenatore, in un'intervista alla Gazzetta dello Sport, ha detto che Mario non si era mai presentato agli allenamenti online e che, nonostante Balotelli si sentisse bene fisicamente, non era al livello dei suoi compagni di squadra.

Cinque gol in 19 partite con il Brescia

Balotelli era arrivato a Brescia nell'agosto dello scorso anno.

Dopo aver scontato quattro turni di squalifica per un'espulsione rimediata in Ligue 1, il calciatore aveva debuttato il 24 settembre nella sconfitta per 2-1 con la Juventus. Nel turno successivo aveva segnato la prima rete a Napoli. La sua stagione in serie A con il Brescia termina con cinque gol in 19 partite.

Le reti sono state segnate nelle partite contro Napoli, Verona, Spal, Parma e Lazio.

Balotelli spreca quindi una delle ultime occasioni per rilanciarsi e per poter tornare in nazionale. Ad agosto il calciatore compirà trent'anni. Nonostante Balotelli abbia ancora diversi anni di carriera davanti, dovrà sicuramente dimostrare di voler cambiare atteggiamento. Altrimenti il calciatore rischia di rimanere senza squadra e di terminare anzitempo la propria carriera.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!