Il successo della Juventus contro la Lazio nella serata del 20 luglio ha permesso ai bianconeri di portarsi a +8 sull'Inter e a +9 sull'Atalanta, punti importanti se si considera che mancano appena quattro partite alla fine del campionato. Il giorno prima al big match dell'Allianz Stadium aveva parlato Alessandro Del Piero, negli studi di Sky Sport. L'ex capitano della Juventus si era soffermato su Maurizio Sarri e sulle differenze fra questa Juventus e quella guidata da Massimiliano Allegri.

Del Piero individua nella poca aggressività a centrocampo uno dei problemi Juve

Lo stesso Del Piero aveva voluto però punzecchiare l'ex allenatore di Chelsea e Napoli dichiarando: " Spesso e volentieri la Juve gioca sotto ritmo, con poca intensità.

Ci sono tanti punti che hanno bisogno di un bilanciamento". L'ex capitano bianconero aveva poi voluto lanciare anche una frecciatina indiretta alla diretta aggiungendo: "Non ci sono uomini di grande aggressività a centrocampo". Sul confronto Juventus attuale con quella guidata da Allegri aveva sottolineato come la differenza principale riguarda l'aggressività ed il lavoro difensivo che facevano le punte di Allegri.

Le differenze fra la Juventus di Sarri e quella di Allegri

Alex Del Piero aveva voluto giustificare in qualche modo Maurizio Sarri in merito ai tanti gol subiti dalla Juventus in questa stagione. L'ex capitano bianconero aveva sottolineato la differenza fra l'attuale settore avanzato e quello degli anni precedenti. Aveva infatti dichiarato: "Con Allegri in avanti c’erano dei giocatori diversi, come Mandzukic, Tevez e Morata, che correvano di più".

Proprio il croato era un giocatore fondamentale per il tecnico livornese, in quanto gli garantiva un grande temperamento ed inevitabilmente un equilibrio maggiore anche a livello difensivo. Proprio Del Piero aveva voluto rimarcare che questa Juventus è rinnovata rispetto agli anni passati. Sono tante le novità rispetto allo scorso anno, a partire dall'allenatore e arrivando ai giocatori, su tutti De Ligt.

Juventus, Sarri resterà anche la prossima stagione

Intanto, nel pre-partita Juventus-Lazio, ha parlato il direttore sportivo Fabio Paratici, che ha confermato la permanenza di Maurizio Sarri anche la prossima stagione. Nonostante le indiscrezioni di mercato che parlano di un interessamento della Juventus per l'ex Tottenham Mauricio Pochettino, la società bianconera vuole continuare con il tecnico toscano.

Il successo contro la Lazio ha permesso alla Juventus di consolidare il primo posto in classifica, portandosi a +8 dall'Inter seconda in classifica. Bastano quattro punti alla Juventus per diventare campione d'Italia per la nona volta consecutiva.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!