L'ex tecnico della Juventus Massimiliano Allegri è stato intervistato dal giornale sportivo spagnolo Marca. Tante le tematiche affrontate dall'allenatore livornese, dal suo passato bianconero all'attuale anno sabbatico utilizzato per riposarsi, fino ad arrivare alle sue ambizioni professionali. A proposito del suo passato, non è mancato il riferimento alla Juventus e al Milan. Sulla squadra attualmente guidata da Maurizio Sarri ha dichiarato: "La Juventus è costruita per vincere e penso lo farà ancora nei prossimi anni". Ha poi voluto ricordare le precedenti esperienze bianconere in Europa, in particolar modo le due finali Champions League raggiunte nel 2015 (contro il Barcellona) e nel 2017 (contro il Real Madrid) quando alla guida della Juventus c'era proprio Massimiliano Allegri.

Quest'ultimo è stato invece molto critico nei confronti dell'attuale proprietà del Milan dichiarando: "I rossoneri hanno bisogno di un progetto duraturo, cambiare ogni stagione non ti permette di crescere".

Massimiliano Allegri e le sue ambizioni professionali

Massimiliano Allegri in questa stagione ha deciso di prendersi un anno sabbatico, in cui ha avuto modo di godersi la sua famiglia e di condividere molto tempo libero con i suoi amici di Livorno. Dalla prossima stagione però il tecnico toscano è pronto a ritornare a guidare una squadra di calcio. Allegri ha voluto specificare le caratteristiche del prossimo club con il quale è pronto ad intraprendere un'esperienza professionale. Ha infatti dichiarato: "Vorrei guidare un club con cui condividere un progetto e dove posso avere l'ambizione di competere per vincere".

Le differenze fra Liga spagnola e Serie A

Non ci sono quindi preferenze per il tecnico livornese, che ha aperto anche alla possibilità di intraprendere un'esperienza professionale all'estero, magari in Liga. Proprio sulle differenze fra campionato spagnolo e quello italiano ha aggiunto: "In Spagna c'è il piacere del gioco mentre in Italia c'è più attenzione alla tattica, per questo la Serie A è più difficile per i giocatori in quanto hanno più difficoltà a giocare istintivamente".

Allegri ha poi svelato un retroscena di mercato di due anni fa. Nel 2018 infatti lo contattò il Real Madrid, ma il tecnico livornese rifiutò la proposta in quanto aveva "un forte impegno morale nei confronti della Juventus e del popolo bianconero".

L'importanza di Cristiano Ronaldo nella crescita tecnica della Juventus

Allegri ha poi rimarcato la crescita importante che ha avuto la società di Agnelli con l'arrivo di Cristiano Ronaldo. Sull'argomento ha dichiarato: "Con lui la Juve ha fatto un passo avanti, lo vedo in bianconero ancora per molti anni". Elogi particolari anche alla punta dell'Inter Lautaro Martinez, accostato più volte al Barcellona. Proprio su questa indiscrezione di mercato ha aggiunto: "Lautaro ha tutte le qualità per avere successo anche al Barcellona".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!