Il calcio nigeriano piange la prematura scomparsa dell'ex difensore della nazionale nigeriana Ajibade Babalade. Fatale per il 48enne un arresto cardiaco, l'uomo viveva con la moglie e i tre figli in America. Attualmente ricopriva il ruolo di direttore sportivo. Nella sua carriera di calciatore aveva ottenuto anche una medaglia di bronzo alla Coppa d'Africa con la nazionale del suo Paese, la Nigeria. Una carriera caratterizzata soprattutto da esperienze nel suo paese, partendo dallo Shooting Stars nel 1992 per passare poi all'Africa Sports. Successivamente ha giocato anche in Corea del Sud prima di trasferirsi in Europa, nel campionato austriaco.

Ha disputato infatti ben due stagioni con la maglia della Sturm Graz.

La sua carriera è terminata nel 2005, successivamente aveva intrapreso il percorso da allenatore. Attualmente era direttore sportivo della società calcistica che lo aveva lanciato, lo Shooting Stars. Il decesso del 48enne Ajibade Babalade arriva a poco più di due mesi dalla scomparsa di un altro giocatore africano, deceduto dopo aver contratto la malaria. Si tratta di Kossi Koudagba, giovane togolese di 24 anni che militava nella squadra africana ASC Kara. Nel 2018-2019 si era laureato campione del Togo e capocannoniere del campionato.

La Nigeria nella Coppa d'Africa 1992

L'edizione del 1992 della Coppa d'Africa si disputò in Senegal.

Il percorso della Nigeria fu impeccabile fino alle semifinali, quando impattò 2 a 1 contro il Ghana. Nella finale per il terzo e il quarto posto la Nigeria di Babalade riuscì a sconfiggere il Camerun, conquistando il terzo posto nella massima competizione africana. Babalade ebbe l'occasione di giocare con una delle nazionali nigeriane più forti della storia africana, considerando che nella formazione erano presenti giocatori importanti come il portiere Shorunmu, il centrocampista Adepoju e le punte Rashidi Yekini, Victor Ikpeba e soprattutto Finidi George.

Finidi George fra i giocatori più rappresentativi della Nigeria del 1992

Finidi George è stato compagno di squadra di Babalade nella Nigeria arrivata terza nella Coppa d'Africa del 1992. È stato uno dei giocatori più vincenti della storia del calcio nigeriano, avendo militato in società blasonate come l'Ajax, il Betis Siviglia e il Maiorca.

Con la società olandese giocò tre stagioni, dal 1993 al 1996, conquistando tre supercoppe olandesi, tre campionati olandesi, una Champions League, una supercoppa europea e una coppa intercontinentale. Da non dimenticare anche il trionfo in Coppa d'Africa nel 1994 nell'edizione disputatasi in Tunisia. Nella spedizione che partecipò alla massima competizione africana di quell'anno non era presente Babalade.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!