La Juventus in questa stagione sta dimostrando di voler puntare sui giovani. Il tecnico Andrea Pirlo ha già attinto dall'under 23 portando in prima squadra giocatori come Gianluca Frabotta, Manolo Portanova e Radu Dragusin. Il centrale romeno è un classe 2002 ed ha già esordito in Champions League ed in campionato. Stesso percorso anche per Frabotta, mentre per Portanova attualmente la sua esperienza in prima squadra ha riguardato solo il campionato. Un altro giovane potrebbe a breve diventare parte integrante della prima squadra. Ci riferiamo al difensore centrale Luca Coccolo, riferimento dell'under 23 del tecnico Lamberto Zauli.

Il classe 1998 è più esperto rispetto ai calciatori già menzionati, ma vanta una lunga esperienza in bianconero. Coccolo è cresciuto nelle giovanili, partendo dalla scuola calcio, facendo poi tutta la trafila nel settore giovanile bianconero. Sia con Allegri che con Sarri è stato spesso convocato in prima squadra, l'anno scorso ha raccolto 25 presenze con l'under 23 bianconera ed è stato convocato ben undici volte in prima squadra da Sarri. Coccolo, anche per caratteristiche tecniche e fisiche, potrebbe ricalcare le orme di Giorgio Chiellini.

Coccolo potrebbe ripercorrere le orme di Chiellini in bianconero

La Juventus questa stagione potrebbe valorizzare ulteriormente dei giovani dopo l'inserimento in prima squadra dei vari Frabotta, Portanova e Dragusin.

Il recente rinnovo di contratto fino a giugno 2023 dimostra come la società bianconera creda nelle qualità tecniche e morali di Coccolo, difensore centrale classe 1998. Quest'anno ha già disputato tutte le partite con l'under 23 di Zauli, raccogliendo 14 presenze. Tatticamente ha avuto un percorso simile al suo idolo Chiellini.

Nasce infatti terzino sinistro prima che venisse adattato come centrale sinistro della difesa a tre.

Le caratteristiche tecniche di Luca Coccolo

Interventi precisi, pulizia del gioco, giocate in anticipo sugli avversarie sono solo alcune delle caratteristiche tecniche del difensore centrale. Deve migliorare nella fase d'impostazione e nelle verticalizzazioni verso i compagni.

Questa stagione potrebbe essere un trampolino di lancio importante per il classe 1998. D'altronde la fiducia nel giocatore non manca. Non è un caso il recente rinnovo di contratto fino a giugno 2023. Dal 2018 ha raccolto nella Juventus under 23 47 presenze, nella sua esperienza da calciatore ha fatto parte anche delle nazionali giovanili dell'Italia. Ha infatti raccolto cinque presenze nell'Italia under 17. L'attuale stagione potrebbe essere l'occasione per il definitivo salto di qualità e per diventare parte integrante della prima squadra.