La Cina è vicina

E più che vicina, è in casa. In Occidente, con i suoi prodotti tecnologici ovvero, smartphone che hanno una grande ambizione: lanciare il messaggio di una Cina di qualità, eliminando dall’immaginario collettivo l’associazione negativa ‘Cina sinonimo di non qualità’.

Dalle infrastrutture delle telecomunicazioni, agli smartphone, ai tablet per poi iniziare a lanciarsi timidamente nel mondo dei pc portatili ‘2in1’ è HUAWEI che insegue al galoppo, Samsung ed Apple e che ha creato un e-brand destinato ad un target giovanissimo, di nativi digitali, di millennials: Honor.

Sugli smartphone brandizzati HONOR viene trasportato il know-how dell’esperienza della casa madre ma offerto ad un prezzo più ragionevole e alla portata di tutte le tasche.

Il biennio 2014-2016 ha visto lo sviluppo di top di gamma che hanno conquistato il mercato e che hanno restituito feedback soddisfacenti sia per usabilità che per hardware e software. I modelli sono Honor 6, Honor 6 Plus, Honor 7 e Honor 7 Premium e la serie ‘7’ ha un po’ caratterizzato il giro di boa, in particolar modo, per l’implementazione di una fotocamera che restituisce immagini ben definite e una batteria che resiste tutta la giornata anche in condizioni di uso continuo.

HONOR 8

Dalla fine dell’estate non si fa che parlare dell’ultimo arrivato in casa, il nuovo top di gamma Honor 8, presentato a Parigi per il lancio europeo, che da settembre penetra sul mercato senza aver molto da invidiare ai top di gamma del brand Huawei o di altri competitor.

Adolescenti e adulti, in base ad esigenze e disponibilità di tasca, se sono fan Huawei, possono contare sull’esperienza della casa madre implementata sugli smartphone destinati ai giovani e giovanissimi che vogliono trovare in un device, tendenzialmente low cost, tutto il confort di un software aggiornato all’ultima versione e una robustezza ed estetica nei materiali con dimensioni non eccessivamente ingombranti.

Ed ecco che, nell’era della valorizzazione dell’immagine, HONOR 8 presenta il potenziamento della fotocamera con una dual camera con sensore Sony che si ispira alla linea P9 della casa produttrice.

Un dual sim, con memoria espandibile, se lo si usa come mono-sim, che offre una fotocamera potente (12MP principale, anteriore 8MP FF) capace di cambiare focus anche dopo aver scattato l’immagine. Il tutto ad un prezzo inferiore ai 400 euro.

Prezzi e storage

La scelta del brand è stata quella di lanciare la versione da 32 GB con 4GB RAM a 399€ e la Premium a 64GB ROM a 449€ nelle seguenti colorazioni: Midnight Black, White Pearl e Sapphire Blue che è stato il colore scelto per il lancio sul mercato a livello mondiale. Da qualche giorno, la versione Premium, è disponibile anche nella colorazione Sakura Pink, un rosa delicato che richiama le tonalità del fior di pesco e che strizza l’occhio al target femminile.

La conquista del mercato

Se i numeri fanno parte delle metriche da considerare, a livello commerciale e di feedback da parte dei consumatori, allora non si può non tener in considerazione che proprio per il Black Friday (il giorno più atteso dell’anno, in termini di scontistica fuori dalla stagione dei saldi) sono state vendute oltre 4000 unità, in poche ore, su Amazon che lo ha proposto a 100 euro in meno rispetto al prezzo di listino, aggiungendo un ulteriore buono di 50 euro per gli acquisti successivi sul portale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto