Si sono celebrati ieri i funerali di Andrea Loris Stival, il bimbo di Santa Croce Camerina morto strangolato e buttato nel canalone della zona del "Vecchio Mulino", nella campagna della provincia ragusana. La madre di Andrea Loris non ha potuto partecipare alle esequie, dato che è ancora bloccata in carcere. Il Gip di Ragusa Claudio Maggioni, infatti, ha convalidato il fermo della donna. Ma anche se Veronica Panarello è restata rinchiusa nel carcere di Piazza Lanza di Catania, ha voluto comunque mandare l'ultimo saluto a suo figlio: una corona di fiori a forma di cuore con scritto il nome Loris.

Ultime news Andrea Loris Stival, il vescovo: "Solo un folle può uccidere un bambino"

Al funerale del bimbo erano presenti anche i suoi amichetti, che gli hanno dedicato uno striscione con la scritta: "Ciao Loris, ora vai in cielo ed insegna agli angeli a calciare".

È stato il Vescovo Paolo Urso a tenere l'omelia e ha definito "un folle che deve essere fermato" l'assassino di Andrea Loris Stival. Le indagini per cercare di scoprire il colpevole del delitto stanno continuando incessantemente. Le attenzioni degli inquirenti sono tutte sulla madre del bimbo, dato che la sua versione dei fatti non coincide con le telecamere di sorveglianza di Santa Croce Camerina. Ormai anche suo marito si fida degli inquirenti e non le crede più, tanto che Veronica Panarello gli ha scritto un'accorata lettera dal carcere, nella quale lo prega di non abbandonarlo.

Ultime news Andrea Loris Stival, parla la sensitiva: "Ucciso dalla madre"

Sul triste caso è intervenuta anche la famosa sensitiva Rosemary Laboragine, che ha già rilasciato dichiarazioni molto interessanti sul delitto di Gilberta Palleschi e sull'omicidio di Elena Ceste.

I migliori video del giorno

Secondo quanto riporta Retenews24.it, la sensitiva ritiene che ad uccidere Andrea Loris Stival sia stata la madre; inoltre, ha aggiunto che la madre avrebbe agito da sola. Ma la dichiarazione più clamorosa di Rosemary Laboragine riguarda Orazio Fidone, il cacciatore che ha ritrovato il cadavere di Andrea Loris Stival, nella zona del "Vecchio Mulino", a quattro chilometri da Santa Croce Camerina. La sensitiva nutre forti dubbi su Fidone; secondo la Laboragine, il cacciatore nasconderebbe qualcosa nella sua abitazione e sarebbe a cononoscenza di alcuni dettagli che potrebbero rivelarsi molto importanti per le indagini.