Il giallo di Elena Ceste rischia di rimanere insoluto. E' passato quasi un anno dalla scomparsa della 37enne di Costigliole d'Asti, un anno lunghissimo che è trascorso tra mille incertezze sulle sorti della casalinga di Motta di Costigliole, sparita nel nulla la mattina del 24 gennaio 2014 e trovata morta solo ad ottobre. Sono passati tre mesi dal ritrovamento del corpo della giovane donna, ma ancora il nome del killer non è stato svelato.

Elena Ceste ultime notizie: il giallo infinito della donna di Costigliole 

Dai primi momenti si era capito che la povera donna non poteva essersi suicidata, gli inquirenti avevano sempre prediletto la pista dell'omicidio e il marito Michele Buoninconti era risultato il sospettato numero uno.

Ad oggi però, ancora non ci sono certezze per questo giallo, un giallo che potrebbe finire tra i tanti insoluti. L'autopsia e gli esami tossicologici sul corpo della povera Elena Ceste, non hanno dato i risultati sperati, tanto che a breve sarà anche rilasciato il nulla osta per i funerali, attesi dalla famiglia e anche dal marito Michele, che a fine mese dovrebbe, tra l'altro, trasferirsi ad Asti. Michele resta il sospettato numero uno dagli inquirenti, ma la famiglia di Elena ha voluto comunque restare vicino all'uomo e ai 4 figli, che in questo ultimo anno hanno vissuto un dramma. I sospetti sono però talmente flebili, che dagli ultimi rumors prende corpo anche l'ipotesi di un killer casuale o di qualcuno che conoscesse Elena e che possa averla uccisa quel mattino.

Il movente, per il probabile omicidio di questa donna, resta quello passionale.

I migliori video del giorno

Elena è stata ammazzata per gelosia, ma da chi? Se il marito è sempre indagato per omicidio e occultamento di cadavere, ora gli inquirenti potrebbero volgere la loro attenzione anche ad un possibile killer estraneo, un uomo che Elena Ceste potrebbe aver conosciuto in una chat o su Facebook, un amante vero e presunto. Restano però le tante contraddizioni di Michele Buoninconti, che quella mattina avrebbe mentito sugli abiti trovati a terra e sugli orari riferiti alla sua presenza al canale. La strada è quella giusta?