Non ha retto ad una forte delusione d'amore e, a soli 29 anni, Cristina ha deciso di farla finita, sparandosi un colpo di pistola alla tempia. La ragazza è stata trovata, in casa, senza vita, dai suoi familiari. Inutile chiamare i soccorsi, Cristina ormai non poteva più essere salvata. Prima di compiere il gesto estremo, però, la giovane ha lasciato alcuni biglietti e, soprattutto, ha listato a lutto il suo profilo facebook, cambiandone l'immagine di copertina ed inserendo uno sfondo totalmente nero.

Si era lasciata col fidanzato il giorno prima

Quasi sicuramente, la motivazione che avrebbe spinto Cristina ad uccidersi è stata la fine della sua storia d'amore.

La ragazza era originaria di Grotte di Castro, ma conosciuta anche ad Orvieto, perché aveva giocato nella squadra di pallavolo locale e, soprattutto, lì aveva anche trovato colui che credeva potesse essere l'uomo della sua vita. A poche ore dal suicidio, Cristina, impiegata come segretaria presso uno studio legale di Viterbo, avrebbe lasciato dei bigliettini e non si sarebbe presentata al lavoro, avvisando i colleghi di avere dei problemi di salute.

L'immagine nera su Facebook

Stando alle prime ricostruzioni effettuate dagli investigatori, uno degli ultimi gesti di Cristina, riguarderebbe Facebook. La 29enne, infatti, di buon mattino, avrebbe provveduto a cambiare l'immagine di copertina del suo profilo, inserendo uno sfondo tutto nero. Poi, intorno alle 11:30, ha preso la pistola del padre, regolarmente detenuta, e ha fatto partire un solo, fatale colpo alla tempia, che l'ha uccisa.

I migliori video del giorno

Quando l'hanno trovata, i parenti non hanno potuto fare niente per lei: il sorriso solare di Cristina si era spento per sempre. Non si sa ancora quando verranno svolti i funerali, poiché al momento la magistratura sta ancora portando avanti le indagini, e soltanto quando queste si saranno concluse, consegnerà la salma della povera ragazza alla famiglia. L'ipotesi di una forte delusione d'amore alla base di questa tragedia, è rafforzata dal fatto che domenica 11 gennaio, il giorno prima del suicidio, la ragazza si fosse lasciata col fidanzato.