Se per gli italiani l'Isis, fino a pochi giorni fa, erano solo gli spietati 'tagliagole' che continuano a seminare il terrore nel Medio Oriente, oggi possiamo dire che l'Isis è una seria minaccia per lo Stato italiano. L'avanzamento dei jihadisti in Libia e le minacce che continuano ad arrivare al nostro governo devono essere seriamente presi in considerazione. L'Italia, per l'Isis, è la 'nazione della croce' e sappiamo bene come uno degli obiettivi principali dei jihadisti sia proprio il Vaticano (ricordate il celebre fotomontaggio con la bandiera dell'Isis che dominava su Piazza San Pietro?).


Qual è attualmente la situazione in Libia? La scorsa notte il catamarano 'San Gwann', appositamente messo a disposizione dal governo italiano, ha attraccato al porto di Augusta (Sr) portando con sè i quarantadue passeggeri italiani che hanno lasciato la Libia: è stato fatto espressamente divieto di rilasciare dichiarazioni in merito al caos scatenatosi nel Paese dell'ex dittatore Gheddafi, proprio per non alimentare le preoccupazioni e la turbativa. 

Isis, guerra in Libia e minacce all'Italia: 'Arriviamo, siamo a sud di Roma'

In Libia è guerra: gli aerei dell'esercito egiziano hanno 'vendicato' l'uccisione dei 21 copti, decapitati nelle ultime ore dall'Isis, andando a colpire degli obiettivi jihadisti: è chiaro, però, a che questo punto l'intervento dell'Onu appare inderogabile e il ministro degli Esteri egiziano è pronto a partire immediatamente per New York per chiedere al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite un rapido intervento affinchè la situazione non degeneri.
Intanto non si accennano a placare le minacce dell'Isis nei confronti dell'Italia. Con ironia, i jihadisti si rivolgono al governo italiano: 'Prima eravamo su una collina della Siria, oggi siamo a sud di Roma, in Libia'. Non a caso è stato usata questa espressione: l'Isis ha puntato il mirino dritto su Roma e sul Vaticano: sono questi i principali obiettivi e se prima la minaccia sembrava lontana ('prima ci avete visti in Siria, su una collina), ora si sta avvicinando sempre di più.  
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto