Caronia, un comune italiano di 3400 abitanti circa situato nella provincia di Messina, ha attirato su di sé nel corso degli anni l'attenzione mondiale degli appassionati di paranormale: questo piccolo paese infatti, come tutti sanno, è diventato noto per i numerosi fenomeni di auto-combustione che si sono verificati in molte abitazioni.Contatori, attrezzi metallici, poltrone ed altri oggetti prendevano fuoco senza alcuna ragione apparente. Le ipotesi, da quelle più accreditate a quelle più fantasiose, sono sempre state diverse e nel corso degli anni si è parlato di: UFO, fenomeni poltergeist ed elettromagnetismo.

Nessuna di queste ipotesi è mai stata verificata e il mistero di Caronia è rimasto per anni irrisolto, almeno fino a giovedì 5 marzo 2015 che potrebbe essere finalmente la data nella quale viene svelata la vera natura degli incendi di Caronia.

Una notizia ufficiale di oggi infatti ci mette al corrente che è stato arrestato Giuseppe Pezzino, un cittadino siciliano di 26 anni, accusato di aver causato i famosi roghi. Il modo con il quale il giovane li abbia provocati è ancora avvolto nel mistero, ma a quanto sembra ci è chiaro il motivo.

Giuseppe infatti è il figlio di Nino Pezzino, presidente di un'associazione di cittadini creata per ottenere gli aiuti necessari a ricostruire le case danneggiate: il giovane, secondo gli inquirenti, appiccando gli incendi riusciva ad ottenere gli stanziamenti che venivano erogati per aiutare i cittadini colpiti da queste calamità. La notizia ha dell'incredibile ed è assolutamente inaspettata, soprattutto per gli appassionati di paranormale che hanno sempre creduto in fenomeni di tipo "ultraterreni".

I migliori video del giorno

Si chiude dunque il mistero di Caronia iniziato nei primi mesi del 2004? Giuseppe Pezzino, aiutato da suo padre Nino, sarebbe l'autore dei famosi e misteriosi incendi, oppure le autorità ci stanno nascondendo la verità? I cittadini di Caronia, dopo aver sentito questa notizia, sono rimasti basiti ed allo stesso tempo sollevati. La paura infatti in tutti questi anni è stata tanta, non avendo mai ricevuto spiegazioni certe e rassicuranti su cosa causasse quei fenomeni.

La notizia dell'arresto del giovane diffusa da vari siti nonché in tv locali e nazionali, è arrivata come un fulmine a ciel sereno, per una vicenda che nel corso degli anni ha avuto sviluppi più o meno rilevanti.Niente ufo dunque, né fenomeni poltergeist, né tantomeno manifestazioni elettromagnetiche, a causare gli incendi era una mano umana: e di questo ci sorprendiamo così tanto?