Continua a far parlare di se il caso di Yara Gambirasio, la tredicenne ginnasta di Brembate di Sopra scomparsa il 26 novembre di cinque anni fa e ritrovata morta pochi giorni dopo. Il 27 aprile ci sarà l'udienza preliminare a Massimo Giuseppe Bossetti, il quarantaquattrenne muratore di Mapello accusato di avere ucciso la povera ragazzina. Sono numerosi gli indizi a suo carico che sono emersi finora, a cominciare dal Dna ritrovato sui vestiti della vittima, che appartiene proprio a Massimo Bossetti. Le ultime news si concentrano sul rapporto tra il muratore e sua moglie Marita Comi; la donna, due settimane fa, ha rilasciato un'intervista a Luca Telese, nel corso di un'interessante puntata di "Matrix".

Qualcosa non torna; le sue parole, infatti, contrastano con le conversazioni che la donna ha avuto in carcere con il marito. Vediamo tutti i dettagli.

Ultime news Yara Gambirasio, la moglie di Massimo Bossetti ha mentito? Qualcosa non torna

Mistero sul comportamento di Marita Comi, la moglie di Massimo Bossetti, il muratore accusato di avere ucciso Yara Gambirasio. La donna, nell'intervista rilasciata a "Matrix" ha difeso a spada tratta il marito, dicendo addirittura che è stata lei a ricercare il profilo Facebook di Ilaria Gambirasio. Massimo Bossetti, infatti, è stato accusato di essere ossessionato da ragazzine con caratteristiche fisiche simili a Yara, tanto che avrebbe aperto il profilo della figlia del suo vicino di casa, Ilaria Gambirasio, appunto, che all'epoca aveva quattordici anni.

I migliori video del giorno

Ma la moglie, durante l'intervista a Telese, ha difeso apertamente Bossetti, affermando anche di essere stata la responsabile di ogni ricerca online "compromettente" sul pc appartenente al marito. Tuttavia, la cosa strana è che Marita Comi ha dichiarato che Massimo Bossetti sarebbe stato a casa con lei il giorno dell'omicidio di Yara Gambirasio, ovvero il 26 novembre di cinque anni fa. Tale dichiarazione contrasta con le intercettazioni del dialogo che è avvenuto in carcere tra la stessa Marita Comi e Massimo Bossetti. Se, infatti, la donna ha dichiarato a Telese che Bossetti sarebbe stato a casa ("la nostra è una famiglia abitudinaria" ha dichiarato Marita Comi), nei dialoghi in carcere si sente che la moglie rivolge queste parole a Bossetti: "Massimo, non ho mai saputo dov'eri la sera del 26 novembre, io e te avevamo litigato". Dunque, Marita Comi ha mentito a Telese per difendere il marito?