Il 'giallo' relativo all'omicidio della coppia di fidanzati di Pordenone, Teresa Costanza e Trifone Ragone, potrebbe arrivare molto presto alla soluzione: dopo l'avviso di garanzia e l'iscrizione nel registro degli indagati per Maria Rosaria Patrone, fidanzata dell'amico di Trifone, Giosuè Ruotolo, il quadro degli avvenimenti accaduti in quel parcheggio davanti alla palestra, quella tragic sera del 17 marzo, potrebbe diventare più chiaro.

Omicidio Trifone e Teresa, oggi mercoledì 23 dicembre l'interrogatorio di Maria Rosaria Patrone

Intanto, oggi, mercoledì 23 dicembre, come riportato dal numero odierno del quotidiano 'Il Gazzettino del Nord-Est', si procederà all'interrogatorio della 24enne studentessa di Giurisprudenza originaria di Somma Vesuviana. Gli inquirenti vorranno, soprattutto, accertare se la ragazza possa aver istigato il fidanzato a compiere l'atroce crimine: i due sono legati sentimentalmente da ben sette anni, da quando lei frequentava il liceo scientifico 'Torricelli' della cittadina campana.

Il loro amore non è stato per nulla scalfito, nè da quando il commilitone di Trifone Ragone è indagato per il duplice omicidio, nè da quando lei ha ricevuto l'avviso di garanzia. Il legale di Maria Rosaria Patrone sostiene che la ragazza sia fermamente convinta dell'innocenza di Giosuè: 'L'avviso di garanzia certamente l'ha turbata: in un certo modo, se l'aspettava - afferma l'avvocato Costantino Catapano - ma non in questi termini.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

La ragazza ha sempre collaborato, è impensabile - sostiene il legale - un suo coinvolgimento diretto nell'omicidio.'

Delitto Pordenone: la Procura ha già in mano la soluzione del giallo?

Maria Rosaria Patrone arriverà oggi a Pordenone accompagnata dal padre per sostenere un nuovo interrogatorio, dopo quelli sostenuti nei giorni scorsi: la Procura avrebbe nelle mani degli elementi importanti, raccolti dalle testimonianze delle amiche di Somma Vesuviana e dagli esami effettuati nel suo cellulare, nel suo personal computer e in quelli del fidanzato, Giosuè Ruotolo.

Gli inquirenti confronteranno le dichiarazioni che verranno rilasciate oggi con quanto messo a verbale in precedenza e, allora, forse, si troverà la chiave giusta di questo mistero, quella che aprirà finalmente la porta della soluzione del giallo relativo alla morte dei poveri Trifone Ragone e Teresa Costanza, i fidanzati di Pordenone.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto