Mentire è peggio che hackerare, millantare d'aver sventato un attentato terroristico è peggio che porsi al di sopra della legge e sventarlo realmente. Sembra essere questa la lezione che un membro di Anonymous (noto all'interno del movimento con lo pseudonimo di "X") ha dovuto imparare a seguito delle false dichiarazioni rilasciate su una testata giornalistica italiana in rete, a proposito di un fantomatico attacco terroristico dell'Isis in programma a Firenze per Capodanno.

X, conosciuto anche come "wArning",   presunto fondatore di @OpParis (account dedicato all'individuazione di profili Twitter sospettati di far parte della galassia terroristica jihadista dell'Isis), è stato arrestato questa mattina a seguito di indagini condotte dalla Polizia del Cnaipic e dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Torino e Aosta.

Fronte congiunto antibufala tra Anonymous e Polizia

A poche ore dal falso annuncio, dall'account ritenuto ufficiale di Anonymous (OperationItaly) è stato subito comunicato il fatto che la notizia dell'attentato sventato a Firenze è stata diffusa in maniera indipendente da un singolo gruppo del movimento di Anonymous (gli hacktivisti di #OpParis) senza essere accompagnata dai documenti relativi a quanto dichiarato. Anonymous Italia ha letteralmente espresso disappunto e completo distacco circa le dichiarazioni fatte dal gruppo di #OpParis. Alla presa di distanza espressa dal movimento di Anonymous attraverso gli account ritenuti ufficiali si aggiunge anche l'esito negativo emerso a seguito del lavoro d'indagine operato dal sostituto procuratore Albamonte della Procura di Roma  e, più in generale, dagli accertamenti portati avanti da intelligence, Digos, Polizia Postale e Questura.

I migliori video del giorno

Le operazioni continuano

Il materiale informatico trovato dalla Polizia in casa di X sarà utilizzato per capire se ci sono anche altre persone collegate al falso annuncio di Firenze. Al momento, gli investigatori sospettano l'esistenza anche di altri falsi annunci a proposito del "contrasto fai da te all'Isis", annunci finalizzati esclusivamente all'acquisizione di prestigio all'interno di Anonymous.