Nella mattina del 6 marzo 2016, una forte scossa di terremoto è stata registrata nella regione Calabria e precisamente lungo il mar Ionio. La magnitudo dell'evento sismico è stata abbastanza forte, ossia 3.9 ed ha causato grande paura nei residenti della zona. Nella serata dello stesso giorno, sempre lungo lo Ionio è stato registrato un secondo sisma ma di magnitudo 2.2. Un altra scossa è stata avvertita il 7 marzo ma nella fascia tirrenica. Vediamo tutti i dettagli che sono emersi in seguito ai tre terremoti registrati dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma.

Pubblicità
Pubblicità

Sisma di magnitudo 3.9 e 2.2

Il primo terremoto è stato localizzato dalla Sala sismica di Roma alle seguenti coordinate geografiche: latitudine 38.18 e longitudine 16.75. La profondità  è stata invece di 39 chilometri. Il Terremoto è stato localizzato a 81 chilometri a sud di Catanzaro, 96 chilometri a sud est di Lamezia Terme e 97 chilometri a est di Reggio di Calabria. Secondo quanto riporta il portale online cn24tv.it, il sisma è stato avvertito in modo significativo dagli abitanti di Locri, Roccella Ionica e Siderno.

Pubblicità

Per fortuna però il terremoto non ha causato danni a cose o persone. Altra scossa è stata registrata poi nella sera del 6 marzo, intorno alle ore 22:15, nella zona ionica settentrionale. La magnitudo era di 2.2 della scala Richter.

Altra scossa nel Tirreno

Nella mattina del 7 marzo, intorno alle ore 09:03 è stata registrata una scossa nel tirreno meridionale. Il sisma ha avuto magnitudo 2.6 ed è stato registrato a 148 chilometri di profondità.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Terremoto

Le coordinate geografiche sono state le seguenti: latitudine 38.46 e longitudine 15.38. Non sono stati registrati comuni entro venti chilometri dall'epicentro. Il terremoto è stato localizzato a 34 chilometri a nord ovest di Messina, a 45 chilometri a nord ovest di Reggio di Calabria, a 97 chilometri a nord di Acireale e 99 chilometri a sud ovest di Lamezia Terme. Anche in questo caso nessun danno a cose o persone.

La situazione continua ad essere monitorate dal portale Ingv e i dati sono in continuo aggiornamento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto