Un po' assomiglia a un enorme cane peloso, un po' sembra una specie di 'blob', una massa informe di materia biancastra. Il mare continua a custodire misteri e tuttora può accadere che restituisca di tutto. Certo oggi prevale la plastica, ma può capitare ancora che porti a riva messaggi in bottiglia di un paio di secoli fa come è capitato di recente in Australia, o strane creature come invece è appena accaduto sulle spiagge di Gloria, località costiera delle Filippine. Un misterioso esemplare marino si è infatti spiaggiato lo scorso 11 maggio destando curiosità, paura, persino superstizione tra gli abitanti che comunque sono accorsi a fare selfie [VIDEO].

Il 'mostro' marino suggestiona il villaggio

Strana è strana. La creatura marina spiaggiata è pelosa, biancastra, sfilacciata, di mole importante, in decomposizione. E' arrivata a riva sulla spiaggia di Gloria, località delle Filippine nella provincia orientale di Minodoro, trascinata dalla corrente la sera dell'11 maggio. Ha una lunghezza di circa sei metri: come poteva non attirare immediatamente l'attenzione degli abitanti del villaggio?

Appena si è sparsa la voce dell'arrivo del 'mostro' marino, sulla spiaggia c'è stato un viavai di persone accorse per vederlo da vicino e per fare foto e selfie davvero diversi dal solito. Ma non è mancato chi ha dato un'interpretazione a dir poco superstiziosa della presenza del misterioso animale: sarebbe un funesto presagio, il segno di una qualche catastrofe in arrivo, magari di un imminente terremoto.

Così è secondo una leggenda locale: l'arrivo dal mare di bestie mai viste, annuncerebbe cataclismi. Certo, l'odore nauseabondo di corpo putrefatto non ha fatto altro che accentuare una suggestione collettiva negativa.

Al Dna la risposta

Oltre alla gente comune, sul posto sono arrivati biologi marini e rappresentanti di istituzioni competenti. Il funzionario che ha prelevato campioni di tessuto dall'enorme carcassa per essere poi sottoposti all'esame del Dna, ha dichiarato di essersi quasi sentito male tanto era la puzza che emanava quell'essere. Secondo alcuni esperti, potrebbe trattarsi di un esemplare di balena ma di una specie sconosciuta [VIDEO] e quindi mai classificata, un dugongo, un altro mammifero. Certo è che il mare delle Filippine custodisce segreti e di tanto in tanto restituisce corpi di esseri mai visti che destano stupore e al tempo stesso inquietudine.

Nel febbraio 2017, ad esempio, sull'isola di Dinagat era affiorata una creatura anch'essa 'anomala', un altro caso misterioso. Anche questa era lunga almeno sei metri, e la coda ne misurava altri due. E chissà se la scienza darà risposte semplici ed efficaci a questi ritrovamenti. Per ora la risposta data ad alcuni abitanti del villaggio è stata di altro tipo: mettersi a pregare.