Le vacanze dell'attore americano George Clooney (57 anni) sul Lago di Como saranno più tutelate dall'amministrazione locale. Questo dal punto di vista della privacy. Come è consuetudine da parte del divo di Hollywood [VIDEO], Clooney ha scelto Villa Oleandra per passare un po' di relax lontano dal lavoro e dagli impegni. Roberto Pozzi, primo cittadino di Laglio, ha specificamente vietato, tramite un'opportuna ordinanza, l'uso improprio di droni presso il territorio da lui amministrato.

Niente droni a Laglio per tutelare la privacy di Clooney e dei residenti

Il sindaco Pozzi ha reso note diverse segnalazioni 'da più parti' riguardo l'utilizzo di questi oggetti tecnologici tanto in voga negli ultimi tempi.

I droni, come è risaputo da molti, possono essere tanto usati per scopo ludico, quanto utilizzati in maniera professionale, come ad esempio dai paparazzi. E di certo Clooney non è immune alla 'persecuzione' da parte di tali fotografi.

L'utilizzo improprio dei droni non sarà più tollerato dunque in quel di Laglio. Un'azione questa necessaria per tutelare l'intimità di tutti i residenti, compreso George Clooney. [VIDEO] L'attore negli ultimi anni ha visto la sua privacy essere già tutelata in maniera abbondante, grazie anche al lavoro dei vigili locali. Adesso però un forte contributo potrebbe giungere anche dall'amministrazione provinciale.

Roberto Pozzi vieta un film Made in USA a Laglio

Se dopo quanto scritto si potrà pensare che l'amministrazione comunale di Laglio ami fare particolari 'favoritismi' nei confronti dei vip (soprattutto quelli di Hollywood) c'è da chiarire che lo stesso primo cittadino Roberto Pozzi abbia di recente vietato le riprese di un film d'azione 'made in USA', con protagonisti Adam Sandler e Jennifer Aniston.

Il film avrebbe dovuto essere girato nei primi giorni del mese di Agosto. A spiegare il motivo del no è stato sempre Pozzi tramite un esaustivo post su Facebook.

Il politico non ha dato il permesso per le riprese, in quanto esse avrebbero significato uno 'stravolgimento' della vita quotidiana dei cittadini che sarebbe stata insostenibile. Ironicamente, Pozzi ha aggiunto che forse adesso avrebbero ricevuto rimproveri per tale decisione, su come invece la presenza di personaggi del 'jet set internazionale' avrebbe avuto ricadute positive sulla cittadina. 'Sull'argomento, volendo, possiamo dare lezioni serali gratuite' ha scritto nel post Roberto Pozzi.

Laglio: droni possibili da usare, se in maniera lecita

Tuttavia, Pozzi ha specificato che è permesso l'uso dei droni in questione all'interno territorio, solo se utilizzati in maniera lecita. Ad esempio, un uso ortodosso di tali strumenti, può essere quello riguardante un matrimonio, come descritto all'interno di una richiesta giunta di recente in comune. In quel caso, il drone verrà utilizzato esclusivamente per riprendere gli sposi durante la cerimonia.