Oggi martedì 19 febbraio, sono stati sequestrati dal Nucleo di polizia economico finanziaria della GdF di Milano, dei beni per un valore di oltre 700 milioni di euro, ciò è scaturito nel contesto di un’inchiesta su una probabile truffa nella vendita di diamanti a scapito di risparmiatori e investitori. Nell'indagine in corso risulterebbero indagate anche cinque diverse banche: Intesa Sanpaolo, Banco Bpm, Mps, Banca Aletti e Unicredit. Inoltre è stato indagato anche Maurizio Faroni, il direttore generale di Banco Bpm.

Pubblicità
Pubblicità

Gli indagati nell'inchiesta

Al direttore generale Maurizio Faroni vengono confutate le accuse di concorso in truffa, ostacolo dell’esercizio delle funzioni di vigilanza e auto-riciclaggio. Sono, inoltre, indagati nell'indagine altri dirigenti di Banco Bpm, ma anche alcuni responsabili delle due società IDB e DPI che erano addetti a vendere i diamanti agli investitori.

Il decreto del sequestro preventivo è stato firmato dal gip di Milano Natalia Imarisio, ed è stato eseguito nell'ambito dell'inchiesta, i cui fatti appartengono al periodo tra il 2012 e il 2016.

L’inchiesta, in cui è contestato anche il reato di corruzione tra privati, vede circa 70 indagati in totale. Il sequestro è stato attuato a carico di 7 persone indagate e altri 7 indagati, tra cui le 5 banche sopra elencate e le due società, quali Diamond Private Investment spa e Intermarket Diamond Business spa. Le due società sono accusate di aver fatto acquistare diamanti a diversi risparmiatori e investitori, alzando il loro valore attraverso false quotazioni sui giornali; mentre le banche indagate sarebbero state consapevoli del meccanismo adoperato.

Pubblicità

Gli istituti di credito interessati per gli inquirenti avrebbero infatti avuto un ruolo determinante e di intermediazione fra i clienti e le società.

Gli investigatori hanno poi ricostruito le posizioni di circa un centinaio dei clienti che sono stati truffati, ma in realtà l'inganno ha interessato molte altre persone.

Tra le persone truffate, anche Vasco Rossi

Tra le tante persone che sono state truffate sembrerebbe esserci anche la rock star Vasco Rossi, che avrebbe infatti investito in diamanti per la somma di 2,5 milioni di euro, secondo alcune indiscrezioni giunte da ambienti vicini agli investigatori.

Oltre al cantante, sarebbero stati truffati anche l'industriale Diana Bracco e Simona Tagli, ex showgirl.

Leggi tutto