Ennesima tragedia della strada. Questa volta a macchiarsi di sangue è stato il Comune di Castel Volturno, piccolo centro abitato della provincia di Caserta. Il sinistro si è verificato in via delle Acacie, nei pressi del villaggio Coppola Pinetamare, a poca distanza dal rinomato centro sportivo di allenamento della SSC Napoli.

A perdere la vita, intorno alle ore 20:30 di ieri sera, sabato 17 agosto, è stato Giorgio Galiero, di appena 34 anni, il quale ha lasciato la moglie e un figlioletto di 6 anni.

L'uomo stava attraversando la strada da solo, quando all'improvviso è stato travolto da un'automobile di grossa cilindrata che procedeva a folle velocità. Alla guida della vettura vi era un cittadino di nazionalità ucraina in stato di ebbrezza, il quale dopo l'impatto non si è neppure fermato per prestare i primi soccorsi.

Il pirata della strada è stato individuato grazie alle immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza a circuito chiuso presenti nella zona: i militari dell'arma dei carabinieri le hanno attentamente analizzate per cercare di ricostruire l'esatta dinamica dei fatti e per risalire all'identità dell'investitore.

La ricostruzione dell'incidente e le indagini dei carabinieri

Nei momenti immediatamente successivi al drammatico impatto, il racconto di alcuni testimoni oculari e la presenza di alcuni bambini sul luogo della tragedia avevano fatto pensare che il 34enne fosse in compagnia del figlioletto. Solo in un secondo momento le forze dell'ordine hanno appurato che, invece, il piccolo era a casa insieme alla madre.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Stando alle prime indiscrezioni, pare che la vittima si stesse recando in un pub per acquistare dei panini per la sua famiglia. Sulla vicenda stanno indagando gli uomini della stazione dei carabinieri di Castel Volturno (CE), coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

I militari dell'arma hanno immediatamente rintracciato e fermato l'investitore. Il pirata della strada è G.M., un 37enne di origini ucraine, domiciliato a Licola (città metropolitana di Napoli) da alcuni anni.

L'uomo dovrà rispondere dei reati penali di omicidio stradale con l'aggravante dell'omissione di soccorso. In base ai primi rilievi eseguiti dalle forze dell'ordine, sembra che il pirata della strada - alla guida di un Suv Bmw AX6 con targa polacca - abbia perso il controllo del veicolo, sbandando improvvisamente a causa dell'elevata velocità alla quale procedeva.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto