Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria e in particolare modo da Cosenza. Un uomo, infatti, sarebbe stato accoltellato per soli 10 euro. La vittima è un tassista che si è visto minacciare prima e ferire poi con un coltello in pieno centro città. La figlia dell'uomo ha scritto alla redazione di QuiCosenza.it per rilasciare alcuni dettagli e per far conoscere il triste episodio che ha colpito suo padre. Ecco le prime informazioni che sono trapelate a riguardo e le condizioni della vittima dell'aggressione.

Tassista accoltellato per una corsa da 10 euro

La figlia della vittima, una venticinquenne cosentina, ha denunciato quanto accaduto e ha rilasciato una dichiarazione alla redazione di QuiCosenza.it. Secondo le informazioni fornite dalla ragazza, il padre si sarebbe recato a lavoro come faceva tutte le mattine. L'uomo è un tassista con regolare licenza a Cosenza. Per strada avrebbe incontrato un ragazzo, che avrebbe chiesto all'uomo di accompagnarlo.

Il tassista, in base alla distanza da percorrere, avrebbe preannunciato al cliente che il costo della corsa sarebbe stato di 15 euro.

Il giovane avrebbe chiesto se avesse potuto pagare solo 10 euro. A ogni modo, il tassista lo avrebbe fatto salire in macchina. Prima di arrivare a destinazione, il ragazzo avrebbe chiesto di fermarsi perché voleva scendere. Il tassista 53enne avrebbe subito arrestato il veicolo e nel mentre, il giovane, si sarebbe spostato dietro il conducente. Avrebbe estratto un coltello per poi ferirlo alla gola.

Il tassista, nonostante la ferita, avrebbe tentato una colluttazione, scendendo poi dall'auto. Anche fuori dal veicolo, il ragazzo avrebbe continuato a ferirlo all'addome senza alcuna pietà.

Dopo l'aggressione la fuga

Dopo aver brutalmente ferito il tassista, il ragazzo sarebbe immediatamente scappato via verso Piazza Cappello, per poi far perdere le sue tracce. La figlia dell'uomo ha raccontato che le condizioni del padre non sarebbero gravi, ma che dovrà comunque subire un intervento al tendine di una mano.

La donna racconta inoltre, a QuiCosenza, che il padre è riuscito ad arrivare al pronto soccorso dell'Ospedale Civile Annunziata di Cosenza da solo e in condizioni inimmaginabili. Per fortuna non è avvenuta una tragedia, ma nonostante l'uomo sia vivo per miracolo è pieno di punti. La ragazza ha denunciato tutto alle forze dell'ordine con la speranza che l'aggressore di suo padre venga trovato e che paghi per quello che ha fatto. Si augura inoltre che tale notizia giunga anche al sindaco di Cosenza, in modo tale che sappia cosa sia accaduto al padre che era semplicemente andato a guadagnarsi da vivere onestamente.

Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!