Tragico incidente sulle montagne di Sondalo, nell'alta Valtellina. Marika Pagani, 24enne della città di Valdisotto, ha perso la vita precipitando da un costone alto 50 metri. La giovane era uscita per compiere un passeggiata sul sentiero in alta quota. La dinamica dell'incidente è al vaglio dei carabinieri e il magistrato di turno, per far luce sulla vicenda, ha disposto sulla salma della ragazza l'esame autoptico.

Valtellina: Marika Pagani ritrovata senza vita ai piedi del Corno di Dombastone

Marika Pagani, nella giornata di ieri 19 giugno, era uscita di casa nella mattinata per compiere un'escursione in montagna da sola.

Intorno alle 6 del pomeriggio il suo non rincasare ha fatto scattare l'allarme. I familiari hanno subito allertato i soccorsi, che hanno fatto scattare le ricerche a cui si sono uniti: gli uomini del soccorso alpino della VII delegazione di Valtellina e Valchiavenna e del nucleo Sagf della guardia di finanza, il fidanzato della giovane e gli amici. Anche un elicottero del 118 ha perlustrato la zona.

Dopo ore di ricerche, quando ormai era calato il buio, il corpo senza vita di Marika è stato ritrovato sui monti di Sondalo, a circa 2.400 metri di altitudine, ai piedi del costone del Corno di Dombastone. La ragazza precipitando ha fatto un volo di circa 50 metri. A fare la tragica scoperta un escursionista esperto della zona che si è unito alle ricerche.

Sul luogo dell'accaduto è intervenuto l'elisoccorso del 118, ma purtroppo per la ragazza non c'è stato nulla da fare. Il corpo senza vita di Marika è stato recuperato dal dirupo dall'equipe dell'elisoccorso. La procura di Sondrio ha disposto sulla salma della giovane l'autopsia che è stata trasferita in obitorio.

Gli atti di polizia giudiziaria a cura dei carabinieri della stazione locale

Le indagini sono in corso da parte dei carabinieri della caserma locale e la dinamica dei fatti è ancora in fase di ricostruzione. Probabilmente la ragazza potrebbe essere caduta ai piedi del Corno di Dombastone dopo aver scivolato sul sentiero di montagna.

Le ipotesi sulle cause sono molteplici: una distrazione oppure Marika potrebbe aver sbagliato percorso per far rientro a casa, finendo in una zona pericolosa e con il terreno sdrucciolevole a causa della pioggia.

Marika Pagani viveva con la famiglia a Oga, frazione di Valdisotto (Sondrio). Aveva il diploma dell'istituto alberghiero e lavorava come commessa presso un centro commerciale di Bormio. Amava la montagna e molto spesso percorreva dei sentieri in alta quota; giovedì, nel suo giorno di riposo settimanale, aveva deciso di fare un gita in montagna che purtroppo le è stata fatale.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!