Due ragazzini di 14 e 17 anni sono arrivati al pronto soccorso di Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, con delle ferite al volto. In un primo momento hanno affermato di essere stati vittime di una rapina, ma dalle indagini dei carabinieri è emerso che i due amici si sarebbero feriti a vicenda per assomigliare a Joker, il personaggio dei fumetti di Batman, e sperimentare la loro soglia del dolore.

Le indagini sono ancora in corso, ma il 17enne rischia di essere accusato per sfregio, per quello che sembra essere stato un folle gioco tra amici.

I due amici si sono presentati al pronto soccorso raccontando di aver subito una rapina in un paese vicino

I due minorenni di Cernusco sul Naviglio, un comune della città metropolitana di Milano, si sono recati al pronto soccorso con i volti sfregiati da alcune ferite. La ragazza di 14 anni e il suo amico di 17 hanno raccontato ai medici di essere stati vittime di un'aggressione per rapina in un paese vicino, Cassina de' Pecchi, nell'hinterland milanese. Ma la versione dei due giovani non è stata molto convincente e il personale medico ha deciso di rivolgersi ai carabinieri per chiarire la vicenda.

Le ferite presentate dalla ragazzina erano molto profonde e presentavano due tagli ai lati delle labbra fino all'altezza degli zigomi, mentre le ferite del ragazzo erano più superficiali.

La 14enne al momento è ricoverata e dovrà essere sottoposta ad un intervento chirurgico. Le indagini sono partite immediatamente e i carabinieri hanno iniziato a interrogare il 17enne che adesso è stato denunciato per lesioni personali e rischia anche l'accusa per sfregio.

Quest'ultimo reato è stato introdotto nel codice penale nel 2019 e prevede la reclusione dagli 8 ai 14 anni.

Dopo le prime domande dei carabinieri il 17enne è crollato e ha ammesso le responsabilità

I carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda stanno indagando per andare a fondo alla vicenda che ha coinvolto i due minorenni. Secondo una prima ricostruzione, i due amici si sarebbero procurati a vicenda le ferite sulle guance per assomigliare a Joker, il famoso personaggio dei fumetti della saga di Batman, protagonista del film con Joaquin Phoenix, campione d'incassi al cinema.

Gli inquirenti hanno scartato l'ipotesi di rapina e stanno lavorando per capire cosa sia successo realmente tra i due ragazzi, che avrebbero voluto sperimentare la soglia del dolore, così come ha ammesso il 17enne durante l'interrogatorio. Da quanto è emerso fino a questo momento, quindi, sembrerebbe essersi trattato di un folle gioco tra adolescenti.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!