Due corpi senza vita sono stati rinvenuti nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 26 marzo, sul manto stradale di via Consolare Campana, un'area di periferia tra i comuni napoletani di Villaricca e Marano di Napoli. I dettagli della scena hanno lasciato supporre agli inquirenti che possa essersi trattato di un tentativo di rapina finito male, ma i militari dell'Arma sono cauti e non escludono altre piste, come quella di un incidente stradale o di un agguato: le attività di investigazione che si stanno effettuando in queste ore, infatti, potrebbero far emergere nuovi e importanti risvolti, portando alla luce elementi inediti.

Rinvenuti sul luogo un Rolex e un'arma da fuoco

A poca distanza dalle due salme è stato trovato uno scooter T Max, un'autovettura Smart incidentata dopo l'urto contro un muro, un orologio Rolex e un'arma da fuoco. Le forze dell'ordine, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Aversa-Napoli Nord che sulla vicenda ha aperto un fascicolo d'inchiesta affidato al sostituto procuratore Paolo Martinelli, stanno indagando proprio nella direzione di una rapina finita male. A segnalare la presenza dei due cadaveri in strada è stata una pattuglia della polizia municipale di Marano di Napoli.

Sui corpi nessun segno di colpi d’arma da fuoco

La pistola rinvenuta sul luogo dell'incidente avrebbe esploso alcuni colpi, sebbene su nessuno dei due cadaveri sono stati riscontrati segni o ferite da arma da fuoco.

Sono però stati trovati alcuni bossoli dell'arma che verosimilmente è stata utilizzata per compiere il tentativo di rapina. Secondo una prima sommaria ricostruzione dell'accaduto da parte dei carabinieri di Marano, l'ipotesi più accreditata sarebbe quella secondo la quale il conducente della Smart, subita la rapina, abbia inseguito i due malviventi, tamponandoli violentemente da dietro.

L’episodio è avvenuto intorno alle ore 19.30. Al momento gli inquirenti sono a lavoro per identificare e dare un nome ai due malviventi deceduti, oltre a rintracciare il proprietario dell'autovettura che li avrebbe tamponati. Le forze dell'ordine hanno anche ascoltato il racconto di alcuni testimoni oculari dell'accaduto e hanno acquisito le immagini dei filmati dei sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso installati nella zona.

Per diverse ore si sono verificati rallentamenti alla circolazione stradale e traffico in tilt sia in direzione del comune di Villaricca che di Qualiano. Solo a tarda serata, dopo che la polizia scientifica ha concluso tutti i rilievi del caso, la viabilità è tornata regolare.

Segui la nostra pagina Facebook!