Christian De Sica, uno degli attori italiani più amati dal pubblico, dice basta al cinepanettone: è lui stesso a svelare ai giornalisti che nel prossimo film di Natale prodotto da Aurelio De Laurentiis lui non ci sarà. Erano addirittura 30 anni che il noto attore prendeva parte ogni Natale all'immancabile appuntamento cinematografico comunemente chiamato cinepanettone. Ora, come il suo collega Boldi alcuni anni fa, anche De Sica lascia la compagnia.

In 30 anni di film Christian ha fatto ridere mezza Italia, certo i film non erano qualitativamente eccelsi, ma hanno offerto un intrattenimento che il pubblico non si è mai stancato di ricevere ed il merito principale della riuscita dei film è sicuramente suo. Purtroppo qualcosa si è incrinato con il famoso produttore De Laurentiis.

A quanto pare sono gli stessi motivi che decretarono la rottura del produttore con il comico Boldi alcuni anni prima.

Ai microfoni dei giornalisti che lo hanno intervistato De Sica afferma: "Avrei potuto non firmare tante esclusive con Aurelio. Ho creduto alle sue promesse. Firmavo un contratto per cinque film perché avrei dovuto farne due come attore da solo, uno come regista, uno magari con Nuti e uno con Verdone. Ma poi mi spiegava che se metteva me e Verdone in un unico film ci perdeva, perché bastava uno solo ad attirare il pubblico".

Christian De Sica insomma lascerà il film natalizi, o almeno quelli targati De Laurentiis, ma è lo stesso attore a svelarci una possibile chicca a fine intervista che farà ingolosire i fans, cioèn possibile ritorno in coppia con l'amico Boldi: "Potremmo interpretare un film intitolato Cinepanettone dove siamo due vecchi attori incavolati neri e raccontiamo quello che sappiamo di De Laurentiis, dei soldi, delle signorine di Berlusconi, delle raccomandazioni, delle stupidate". L'idea è accattivante e scommettiamo che, anche senza il famoso produttore alla guida, sarebbe ugualmente campione d'incassi.